I Genitori Usano più Tecnologia ma a discapito dei Figli

Secondo una Ricerca, oggi i Genitori fanno maggior uso di apparecchi tecnologici ma trascorrono meno tempo con i figli.

Fino ad oggi i genitori rimproveravano i propri figli di passare troppo tempo sugli apparecchi tecnologici come computer o cellulari a discapito di  attività come lo studio, lo sport. Per non parlare della disattenzione che procurano apparecchi portatili usati di continuo dai ragazzi: a scuola, a tavola, mentre si passeggia etc..

Ma a quanto pare si sta invertendo la tendenza, o meglio, anche i genitori stanno passando in media molto tempo su smartphone, tablet e quant’altro trascurando il rapporto con i figli.
Lo sostengono i ricercatori del Boston Medical Center tramite un’indagine condotta attraverso l’osservazione sul campo in 15 diversi fast food.

genitori-e-cellulari
genitori-e-cellulari

La ricerca ha evidenziato che in ben 40 casi è stato riscontrato l’uso dei dispositivi mobili da parte degli adulti mentre mangiavano con i loro figli. I genitori sembravano più distratti quando erano intenti a spedire sms o maneggiare il touchscreen piuttosto che dalle telefonate. Inoltre un terzo dei genitori ha utilizzato continuamente gli apparecchi per tutta la durata dei pasti.

In Italia il dato è meno allarmante ma di fronte a questo studio viene spontaneo considerare la necessità di un’educazione digitale prima di tutto per gli adulti. Soprattutto perché i bimbi più che ascoltare, guardano e prendono esempio.

Un altro studio ha quantificato la media del tempo passatato dai genitori a giocare con i figli: soltanto un quarto d’ora al giorno il dato riferito all’Italia.  E spesso neanche tutti i giorni. Alcuni genitori si limitano solamente alla domenica, quando non lavorano.

Gli impegni quotidiani sono troppi ed i genitori non riescono a trovare il tempo per giocare con i figli. Tra il lavoro, la spesa al supermercato, la palestra, i compiti e tante altre cose, molti genitori arrivano alla fine della giornata sfiniti e non hanno voglia nè altro tempo per mettersi anche a giocare.

Ed allora meglio metterli davanti al computer o lasciarli giocare da soli. Ci sono anche genitori, circa il 90%, che hanno dichiarato che sperano che qualcun’altro li sostituisca nel gioco con i bambini. Nel resto dell’Europa com’è invece la situazione? In Norvegia i minuti di gioco sono circa 30 al giorno ed in Spagna 35. Sempre meglio dei nostri 15 minuti.

Se vuoi altri aggiornamenti sul mondo femminile, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 13-03-2014

Redazione Donna Glamour

X