Esempio menù dieta LeBootCamp

Ha conquistato quasi 35 Paesi in tutto il mondo, riuscendo a dimagrire senza riprendere i chili perduti: volete un esempio di menù della dieta LeBootCamp?

chiudi

Caricamento Player...

Non esistono cibi vietati, mettiamocelo bene in testa: si tratta di una questione di disciplina, come nell’esercito.

Valérie Orsoni, la creatrice della dieta LeBootCamp, dichiara che è solo la forza di volontà delle persone che permette di dimagrire e di raggiungere gli obiettivi. La sua dieta prevede quattro le fasi: Detox, ovvero la fase detossinante, Attacco, per ridurre la cellulite, Booster per pulire il corpo ed infine Equilibrio per non riprendere i chili persi.

Non esistendo un menù preciso, dal momento che come abbiamo detto, non ci sono cibi vietati, si tratta di bilanciare i nutrienti quando mangiamo. Per Valérie è soprattutto uno sforzo mentale quello che il soggetto che si mette a dieta deve fare e mette a disposizione un sito internet (www.lebootcamp.com) dove da consigli e condivide ricette e sezioni di motivazione per tutti coloro che desiderano approcciarsi al suo metodo.

L’importanza della forza di volontà è una cosa a cui Valérie tiene moltissimo, infatti ha dovuto combattere strenuamente per sconfiggere un tumore. Dopo di ciò si è ritrovata con 30 chili di sovrappeso e non sono valse le 42 diete che ha seguito per perderli. Mettersi a studiare da sé ed elaborare un metodo per sconfiggere il sovrappeso è stata la sua chiave del successo. Prendiamo dunque esempio da lei per le nostre battaglie personali, a partire da quella contro la bilancia!