Emma Watson è stata scelta dalle Nazioni Unite per promuovere la parità di genere nel mondo

A 24 anni Emma Watson è stata insignita di un titolo davvero prestigioso, quello di Ambasciatrice di Buona Volontà delle Nazioni Unite per le donne: “Essere chiamata a servire le Nazioni Unite come ambasciatrice per i diritti delle donne è davvero un onore” ha spiegato Emma.

chiudi

Caricamento Player...

“La possibilità di fare una vera differenza non è un’opportunità che è data ad ognuno di noi e quello che ho intenzione di fare è non prendere alla leggera questo compito” ha detto Emma Watson sottolineando: “I diritti delle donne sono qualcosa di così indissolubilmente legati a quello che sono io, così profondamente radicati nella mia vita, che non riesco a immaginare un’opportunità più eccitante”.

E’ di questi giorni la nomina di Emma Watson ad ambasciatrice ‘di buona volonta” per le Nazioni Unite; un ruolo riservato a celebrita’ che mostrino un talento particolare nel campo dell’arte, della scienza, dello sport e dell’intrattenimento in generale e che si dedichiano ad appoggiare iniziative di vario segno dell’organizzazione internazionale.

“I diritti delle donne sono qualcosa di inestricabilmente legato a quel che io sono, cosi’ profondamente personali e radicati nella mia vita che non potrei immaginare una opportunita’ piu’ emozionante – ha dichiarato Emma Watson. – Ho ancora molto da imparare, ma spero proseguendo di dare il mio apporto per conoscenze, esperienza e consapevolezza”.

Il problema purtroppo e’, che per quanto l’attrice si sia resa disponibile con umilta’ e responsabilita’, nella speranza di fare “davvero la differenza”, per ora il primo risultato raggiunto e’ stato quello di mandare in ‘crash’ il sito ufficiale delle Nazioni Unite.

Appena diffusa la notizia infatti, gli oltre 13 milioni di follower del profilo Twitter di Emma Watson si sono riversati sulla pagina web dell’ONU sovraccaricandola e causando un eccesso di traffico che ha costretto gli amministratori ad intervenire e l’organizzazione stessa a rilasciare la seguente dichiarazione, sempre tramite Twitter:

“L’eccitante annuncio della nomina di Emma Watson come nosto Goodwill Ambassador ha ‘crashato’ il nostro sito! Ci scusiamo e speriamo di tornare presto online”.

Probabilmente la prima ‘citazione’ ufficiale per la Watson – in passato gia’ impegnata nel promuovere l’importanza dell’educazione per le giovani donne durante i suoi viaggi in Zambia e Bangladesh – dopo quella della stessa segretario generale Phumzile Mlambo-Ngcuka:

“Siamo emozionati e onorati di lavorare con Emma, che crediamo incarni i valori delle donne UN. Il coinvolgimento dei giovani e’ fondamentale per la diffusione della parita’ tra i sessi nel 21esimo secolo e sono convinta che l’intelletto e la passione di Emma permetteranno al nostro messaggio di raggiungere i cuori e le menti dei giovani di tutto il mondo”.

Emanuela Bertolone.

Guarda cosa accadde oggi.

[jwplayer player=”1″ mediaid=”23699″]