Eliminare l’odore dalla lavastoviglie

Lavastoviglie: un alleato prezioso per molte casalinghe. Ma come fare ad eliminare quell’odore talvolta sgradevole che emana? Ecco alcuni utili e pratici consigli per eliminarlo.

chiudi

Caricamento Player...

Chi non è grato per quella praticissima invenzione chiamata lavastoviglie? Basta inserire piatti e bicchieri et voilà! Senza alcuno sforzo ce li ritroviamo puliti alla perfezione. Peccato che, a volte, questo elettrodomestico emani un odore a dir poco sgradevole. Scopriamo quali sono i consigli e i rimedi ideali per eliminare l’odore dalla lavastoviglie e mantenerla sempre profumata.

Le cause

I cattivi odori emanati dalla lavastoviglie sono dovuti ai resti di cibo che spazza via dai piatti sporchi. Con un utilizzo frequente, può capitare che i residui eliminati finiscano per depositarsi nel filtro e perciò causare il cattivo odore che tanto detestiamo.

Una corretta manutenzione è fondamentale

Per evitare che la lavastoviglie emani cattivo odore bisogna essere estremamente attenti nella manutenzione. Questo significa che, a seconda di quanto l’elettrodomestico viene utilizzato, il filtro va pulito con regolarità. Di solito si trova nella parte in basso, sotto il cestello inferiore. Una volta rimosso, va lavato con sapone e acqua calda utilizzando uno scovolino come quelli usati per pulire i bicchieri. In questo modo si eviterà che i residui di cibo rimangano incastrati causando cattivo odore.

Rimedi naturali per pulire la lavastoviglie 

Ma non è solo il filtro che va costantemente pulito. Anche le parti interne vanno lavate regolarmente. È sufficiente passare una spugna imbevuta di acqua e aceto su tutti i ripiani. Inoltre, ogni tanto, andrebbe lasciato mezzo limone fresco all’interno della lavastoviglie, facendole fare un lavaggio a vuoto con aceto e bicarbonato di sodio. In alternativa si può riporre un bicchiere da 250 ml di aceto sul ripiano superiore e poi far avviare un ciclo di lavaggio completo. In questo modo l’acido dell’aceto porterà via tutti i residui di cibo rimasti all’interno.