E’ tempo di organizzare le vacanze: ecco come fare se i genitori sono separati

Le vacanze estive sono per i bambini un momento di gioia e serenità che va vissuto al meglio anche se i genitori sono separati o divorziati

chiudi

Caricamento Player...

L’estate è per i bambini il momento migliore per passare molto tempo con la famiglia rispetto al resto dell’anno, ma quando c’è una separazione o un divorzio da parte dei genitori, può essere complicato organizzare le vacanze senza ferire i sentimenti di nessuno, soprattutto dei figli.

Leggi anche: Vacanze con i bambini: ecco le bandiere verdi 2015

La prima cosa da fare nell’organizzazione delle vacanze e sicuramente mettere da parte l’orgoglio e gli egoismi e pensare solo al bene dei figli, anche se può risultare difficile ed entrambi vorranno il mese di agosto perchè più classico o i mesi di luglio o settembre perchè più freschi.

Una cosa assolutamente da evitare è fare le vacanze con il bambino e… il nuovo partner! Sopratutto se la relazione è molto recente e il bambino non conosce o non è ancora a proprio agio con il nuovo compagno/a del genitori. Inoltre le effusioni davanti al bambino, per quanto innocenti, possono confonderlo o infastidirlo troppo.

Durante le vacanze il bambino deve essere sereno e felice, bisogna evitare di metterlo in situazioni in cui si possa sentire a disagio.

Le vacanze devono essere un modo per dedicare più tempo possibile al bambino e fargli capire con tanti gesti che se i suoi genitori non stano più insieme, la colpa non è sua e che il loro amore per lui non è cambiato per nulla.

Per quanto riguarda le pratiche legale sulla ripartizione delle vacanze, solitamente viene assegnato un periodo di 15 giorno per il genitore che non vive più con i figli.