Sohail è il neonato che due genitori afghani hanno affidato ad un soldato americano: di lui non ci sono tracce e neanche del loro bambino.

Mirza Ali Ahmadi e sua moglie Suraya erano degli sfollati che cercavano di fuggire dall’Afghanistan. Quel giorno travolti dalla calca e inconsapevoli del loro destino la coppia decise di affidare il loro neonato, Sohail, ad un soldato americano che lo prese con se per proteggerlo. Né del bambino e né del soldato si hanno più tracce e i genitori stanno cercando disperatamente loro figlio.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Appello dei genitori di Sohail: “L’unica cosa di cui mi importa ora è ritrovare il mio bambino”

Dopo quel lungo giorno in cui Mirza Ali e Suraya sono fuggiti dal loro Paese, si sono rivolti alla Reuters per ritrovare il loro bambino. Non ci sono tracce del soldato che ha preso in affido Sohail quel giorno e i suoi genitori disperati stanno facendo un appello più ampio possibile per ritrovare il loro bambino. La loro storia ha toccato tante persone che ricordano le foto e gli eventi di quel giorno. Mirza e Suraya sono attualmente in Texas con i loro figli e chiedono: “L’unica cosa di cui mi importa ora è ritrovare il mio bambino”. L’ultima cosa che si sa del piccolo e che doveva essere stato messo in un’area specifica per bambini ma non è stato mai ritrovato.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 08-11-2021


Svolta nel caso Nada Cella: c’è una nuova indagata

Cane salvato per un soffio: era legato con del nastro adesivo