Dopo quanto tempo fa effetto il monuril

Il Monuril è un potente antibatterico, utilizzato tanto per curare infezioni del sistema urinario, quanto la cistite

chiudi

Caricamento Player...

Il Monuril è un medicinale antibatterico, studiato per curare problemi di cistite o infezioni o infiammazioni, dovute alla presenza di batteri nelle vie urinarie. La sua prescrizione è necessariamente medica, ma viene rimborsato in parte dal sistema sanitario nazionale. Questo farmaco è stato valutato come piuttosto tollerabile, infatti, difficilmente è in grado di causare allergie. Le uniche controindicazioni verificate, anche se molto rare, sono diarrea, nausea e mal di stomaco. Il trattamento a base di Monuril generalmente viene scelto dopo una visita specifica all’apparato urinario. In un uomo adulto, è consigliabile assumere una sola bustina di monuril. Nei casi di infezioni più gravi e fastidiose, è possibile assumere un’ulteriore bustina di monuril dopo ventiquattro ore dalla bustina precedente. E’ consigliabile assumere questa seconda alla stessa ora. Inizialmente la presenza di fastidi è del tutto normale, quindi non deve ritenersi inefficace la terapia. Per assumere monuril è consigliabile scioglierla in acqua o in qualsiasi bevanda, anche la camomilla. Questo medicinale va assunto preferibilmente prima di andare a dormire e a vescica vuota, poichè la cistite generalmente provoca un bisogno incestante di urinare, che di giorno darebbe numerosi problemi di efficacia. La presenza di cibo allunga i tempi di efficacia, quindi, è consigliabile assumerlo prima del pasti (almeno un’ora prima) e dopo due ore dagli stessi. L’efficacia di Monuril è visibile fin dalle prime due ore. La sua efficacia persiste nel tempo, arrivando anche alle 48 ore. Si consiglia in ogni caso di farsi controllare periodicamente dal medico di famiglia per visionarne l’efficace. In gravidanza non sono state riscontrate anomalie, ma va comunque prescritto. Lo stesso vale per i più piccoli, che avranno un dosaggio inferiore.