La classifica delle imprenditrici più ricche d’America secondo Forbes: ecco le donne che si sono create dal nulla la propria fortuna, diventando modelli da seguire.

Da qualche giorno Forbes ha svelato la classifica delle 100 imprenditrici più ricche d’America, manager, artiste ma soprattutto donne che hanno costruito la propria fortuna rivoluzionando i rispettivi ambiti di competenza. Proprietarie di aziende in ogni campo, dalla costruzione di razzi ai test Covid-19, ce n’è per tutti i gusti: donne forti che si pongono come modello e ispirazione per chiunque ambisca a diventare una persona di successo. Ecco chi sono, tra nomi conosciuti al grande pubblico e altri meno famosi ma altrettanto interessanti da scoprire!

Da Rihanna a Kim Kardashian: chi sono le più ricche?

Tra le new entry di questa speciale graduatoria troviamo Rihanna, non solo popstar ma ormai vera e propria imprenditrice nel campo della moda e del beauty, con un patrimonio stimato di 600 milioni di dollari. Un risultato che la porta al 33esimo posto in classifica.

Rihanna
Rihanna

Tra le imprenditrici che più hanno guadagnato con la pandemia c’è Kelly Steckelberg, capo finanziario di Zoom Video Communications, che fa il suo debutto nella graduatoria grazie a un patrimonio di 255 milioni di dollari (78esimo posto).

Poco più in basso fa capolino per la prima volta in classifica anche Kris Jenner, che deve la sua fortuna alla capacità di gestire il business delle figlie, le mega influencer Kylie e Kendall. Oggi il suo patrimonio è di 190 milioni di dollari, ma è destinato a salire.

Nel resto della graduatoria troviamo meno sorprese e tanti nomi poco noti al grande pubblico. Si conferma per il terzo anno consecutivo al primo posto Diane Hendricks, imprendiitrice che ha co-fondato ABC Supply, permettendole di diventare uno dei maggiori distributori all’ingrosso di coperture, rivestimenti e finestre. Non a caso è conosciuta come ‘l’imprenditrice dei tetti’.

Kimono Kim Kardashian
Kimono Kim Kardashian

Fuori dalla top 20, ma di poco, Kim Kardashian, che a 40 anni è riuscita a mettere insieme un patrimonio netto di 780 milioni di dollari, ancora più basso rispetto a quello del marito Kanye West ma non così lontano.

La classifica Forbes

Nella graduatoria sono presenti donne di vario genere, imprenditrici di diverse tipologie, con un’età compresa tra i 23 anni di Kylie Jenner e i 94 di Alice Schwarts. Ecco la top 20 della classifica pubblicata da Forbes:

1 – Diane Hendricsk (8 miliardi)
2 – Judy Faulkner (5,5 miliardi)
3 – Meg Whitman (5 miliardi)
4 – Judy Love (4,7 miliardi)
5 – Marian Ilitch (4,1 miliardi)
6 – Lynda Resnick (3,6 miliardi)
7 – Johnelle Hunt (3,5 miliardi)
8 – Thai Lee (3,2 miliardi)
9 – Oprah Winfrey (2,6 miliardi)
10 – Doris Fisher (2,4 miliardi)
11 – Alice Schwarts (2,2 miliardi)
12 – Gail Miller (1,9 miliardi)
13 – Sheryl Sandberg (1,8 miliardi)
14 – Elaine Wynn (1,8 miliardi)
15 – Eren Ozmen (1,2 miliardi)
16 – Safra Catz (1,1 miliardi)
17 – Peggy Cherng (1,1 miliardi)
18 – Weili Dai (1,1 miliardi)
19 – Robyn Jonoes (1,1 miliardi)
20 – Jayshree Ullal (1,1 miliardi)

Donne imprenditrici nel mondo

Le donne più ricche d’America diventano simboli e modelli non solo per il paese a stelle e strisce, ma anche per il resto del mondo. Tra le donne imprenditrici di successo nel resto del pianeta, infatti, non poche guardano alle regine d’Oltreoceano per trovare ispirazione. D’altronde, secondo un recente studio di Mastercard gli Stati Uniti sono oggi il paese migliore per raggiungere il successo se si è donne ambiziose e di talento.

In Italia, comunque, non mancano esempi di personalità che hanno dimostrato tutta la propria bravura nel creare aziende o veri e propri imperi partendo dal nulla, self-made woman che hanno poco da invidiare a quelle sopra citate. Ovviamente, è celebre il caso di Chiara Ferragni, oggi probabilmente la celebrità italiana più famosa nel mondo. Ma non vanno dimenticate la direttrice generale del CERN Fabiola Gianotti, la presidente ENI Emma Marcegaglia e la regina della moda, Miuccia Prada.

ultimo aggiornamento: 03-12-2020


Si chiama 50enni.blog: il progetto e la missione di Cristina Pagni, detta La Cri, per #VoceDonna

Miglior giocattolo dell’anno: premiata la linea di bambole con la sindrome di Down