Donne esibizioniste: ecco perché a molte piace mostrarsi nude

Non solo agli uomini, anche alle donne piace mostrare le parti intime ed essere guardate. Vediamo chi sono le donne esibizioniste.

chiudi

Caricamento Player...

Spesso si pensa che solo tra gli uomini ci siano gli esibizionisti, che amano mostrare le parti intime ed essere guardati. In realtà, esistono anche moltissime donne esibizioniste, che però non vengono condannate come gli uomini.

A dirlo è il sito Mic.com, che ha evidenziato come un uomo che mostra il pene senza che sia richiesto venga etichettato come molestatore, mentre non accade lo stesso una donna che mostra la vagina o il seno. Approfondiamo!

Donne esibizioniste: perché amano farsi vedere nude

Donne esibizioniste

Secondo una recente ricerca di Match.com, circa il 45% delle donne intervistate ha ricevuto almeno una foto non richiesta del pene di un uomo. Tutti questi uomini esibizionisti che godono a mostrare i propri genitali vengono considerati molestatori, ma secondo gli esperti questo disturbo, chiamato parafilia, è equamente distribuita fra uomini e donne.

Moltissime donne, infatti, sono esibizioniste e provano piacere a mostrare genitali e seno senza chiedere il consenso ai loro “spettatori”. Come mai ciò non viene condannato? Probabilmente perché l’esibizionismo delle donne nella nostra cultura non viene etichettato come pericoloso. Un uomo nudo è considerato un molestatore e possibile violentatore, una donna senza vestiti è vista invece come potenziale vittima di stupro.

Forse proprio questo spinge alcune donne ad essere esibizioniste: la loro manifestazione è sicura, legale, non pericolosa, ma c’è sempre l’adrenalina data dal rischio. Sempre secondo gli studi raccolti e analizzati da Mic.com, ci sono anche donne che hanno un vero e proprio disturbo di esibizionismo e che quindi non riescono a provare piacere dal sesso senza il fattore del non consenso all’esibizione della loro nudità. Per questo stesso motivo, le donne esibizioniste, pur amando essere guardate, non amano farlo attraverso il porno, perché in quel caso lo spettatore manifesta consenso.