I dolori alle mani possono colpire in varie sedi dal polso fino alle dita, vediamo quali sono le cause principali che li scatenano.

I dolori alle mani sono sintomi che possono essere associati a diverse patologie oppure che possono verificarsi in seguito a traumi anche lievi. Le cause vanno quindi da distorsioni e fratture che possono verificarsi a causa di traumi, fino a disturbi cronici come l’artrosi o infiammazioni che interessano una o più dita, come il dito a scatto. Vediamo quali sono le cause di alcuni dei disturbi più comuni correlati al dolore alle mani.

Dolori alle mani: le cause

Le cause più facili da identificare derivano da traumi che possono includere fratture, distorsioni, ma anche ferite e ustioni. Accanto a queste ci sono poi le cause non traumatiche che possono derivare ad esempio da infiammazioni dei tendini. Un esempio è dato dal disturbo definito dito a scatto, una situazione che può interessare una o più dita della mano e può portare le dita a restare bloccate in posizione piegata per poi raddrizzarsi proprio con uno scatto.

dita intorpidite
dita intorpidite

Quando le dita delle mani tendono a formicolare per poi intorpidirsi e questa sensazioni si estende anche al polso può trattarsi di sindrome del tunnel carpale. Questa condizione può derivare da diverse cause, compresa l’artrite reumatoide, ma anche da lavori che richiedono sforzi prolungati e ripetitivi del polso. In alcuni casi la sindrome può richiedere la necessitò di un intervento chirurgico volto ad eliminare la compressione del nervo mediano.

Dolori articolari alle mani

I dolori alle dita delle mani, oltre a quelli di origine traumatica che sono più facili da identificare, possono derivare da altre cause. In primo luogo abbiamo l’artrosi, ovvero un’infiammazione delle articolazioni che si verifica per via della degenerazione delle cartilagini. L’artrosi è associata a gonfiori, difficoltà nei movimenti e una maggiore rigidità delle articolazioni.

donna con male alle mani
donna con male alle mani

Accanto all’artrosi, c’è un’altra forma molto diffusa, ovvero l’artrite reumatoide, che in questo caso ha una connotazione cronica. Quest’infiammazione può interessare diverse articolazioni (ad esempio mani e piedi) e si manifesta con un dolore pulsante che tende ad essere più intenso nelle prime ore della giornata. Chi soffre di artrite reumatoide, infatti, accuserà una maggiore rigidità delle articolazioni soprattutto al mattino o dopo molte ore di inattività.

ultimo aggiornamento: 14-08-2021


Come eliminare le blatte: ecco i metodi per dire addio agli scarafaggi

Come eliminare le maniglie dell’amore: tutto quel che dovresti sapere