Moda, fantasia e leggenda, l’Haute Couture 2021 di Dior è un viaggio nel mondo dei tarocchi e nella vita, raccontato in un film di Matteo Garrone.

L’alta moda presentata dall’Haute Couture parigina 2021 è il manifesto della moda presente che si riconosce come trade union tra le arti. Così la primavera/estate 2021 Haute Couture di Dior si fa raccontare da Matteo Garrone in un gioco di moda, arti, mistero e vita. Le Château du Tarot ovvero Il castello dei tarocchi, è la collezione estiva di Dior che usa la metafora del caso e delle carte come metafora della vita e della moda stessa.

Vaccino Covid-19, vuoi scoprire quando sarà il tuo turno?

Dior Haute Couture: Matteo Garrone, regista per “Il castello dei tarocchi”

I tarocchi non sono un caso: erano una passione di Monsieur Dior e a svelarlo è stata la direttrice creativa Maria Grazia Chiuri anche lei affascinata dal mistero delle carte, in un video. Così il simbolismo dei tarocchi è il linguaggio attraverso cui la maison ha scelto di svelare e raccontare la sua collezione.

Una collezione primavera/estate 2021 che diventa un film diretto da Matteo Garrone, che con un’atmosfera favolistica ambientata nel Rinascimento offre una visione onirica dell’ultima collezione Dior. Protagonisti i tarocchi del XV secolo miniati da Bonifacio Bembo per il Duca di Milano, che conducono la protagonista in un viaggio iniziatico verso il senso profondo della sua vita.

La verità però a cui arriverà questa giovane che si perde in un castello/labirinto, è che i tarocchi possono solo suggerire infinite possibilità, ma compiere scelte e disegnare il suo destino spetta unicamente a lei.

Primavera/estate 2021 Haute Couture Dior: giocare con gli abiti

Come si gioca con le scelte, imprevedibili della vita, come la moda gioca con il cinema, l’invito di Dior è quello di una primavera/estate alla ricerca dell’abito giusto, della sperimentazione degli stili, fino alla scelta del capo che rispecchi la nostra personalità. E poco importa se non arriva subito: spesso bisogna perdersi e cercarsi per trovare il giusto stile.

Così come i 45 abiti presentati, in purissimo stile rinascimentale, sono il gioco dei tessuti, della creatività, dell’antico saper fare che incede ancora intoccato nel tempo nonostante i tempi rapidi del pret a porter del presente.

Vaccino Covid-19, vuoi scoprire quando sarà il tuo turno?


La giacca più stilosa dell’inverno 2021 l’ha indossata Charlotte Casiraghi

La felpa è complice “comfy” anche della primavera 2021