Scopriamo le differenze tra primer e blur 

Il make up è parte integrante di un look perfetto.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Che si decida di truccarsi bene per andare al lavoro o nel tempo libero, avere dei validi cosmetici è la base per un look perfetto.

Per coprire la pelle imperfetta e donarle colorito, si è sempre usato il primer, un fondotinta cremoso che dona lucentezza e un colorito sano e naturale al proprio incarnato.

Ultimamente però si sente parlare anche del blur, il cosmetico che rappresenterebbe l’evoluzione del primer, una sorta di primer 2.0.

Che differenza sussiste tra questi due prodotti?

A livello di composizione, le divergenze sono del tutto ininfluenti: sia il primer che il blur sono formati da siliconi che rendono la pelle del viso uniforme e lucente.

Se proprio però si vuole cercare il pelo nell’uovo, si può dire che primer e blur si differenziano per l’effetto donato in quanto il primer viene utilizzato per uniformare la pelle e mantenere il trucco omogeneo a lungo mentre il blur serve per coprire eventuali imperfezioni e donare lucentezza al viso.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 17-06-2015


Differenza tra BB cream e blur

Benefici del collagene liquido