Come depurarsi con l’argilla verde ventilata

L’argilla verde ventilata è un rimedio naturale per depurarsi, ecco il giusto trattamento per uso interno.

chiudi

Caricamento Player...

L’argilla verde è tra le argille più conosciute per le sue proprietà benefiche. L’utilizzo esterno di questa sostanza è un vero toccasana per risolvere varie problematiche come artrosi, artriti, reumatismi, forfora, bruciori vaginali, infiammazioni di altro genere e per combattere la cellulite.

Un’alleata validissima anche per uso interno in quanto depura l’organismo dalle tossine, con le sue proprietà antibatteriche in poco tempo ripristina l’organismo. La sua ricchezza di oligoelementi la rende un ottimo rimineralizzante.

Prepararla è molto semplice, bisogna mettere mezzo cucchiaino da caffè di argilla verde ventilata in mezzo bicchiere d’acqua e mescolare bene. Fate attenzione che il cucchiaino sia di legno e che il bicchiere sia di vetro. Le argille vanno tenute a distanza dal metallo poiché essendo sostanze molto assorbenti si rischia di alterarne il contenuto metalloso. Lo stesso vale per l’acqua che non deve essere clorata. Utilizzate l’acqua minerale naturale.

Va preparata la sera prima e bevuta ogni mattina a stomaco vuoto per almeno un mese, dopodiché osservare 10 giorni di pausa per poi riprendere la terapia purificante.

Fate attenzione, a lungo andare l’argilla potrebbe causarvi problemi di stitichezza, ma potrete ovviare lo spiacevole inconveniente basta equilibrare la vostra dieta con sostanze fibrose o che favoriscano un buon equilibrio intestinale come le prugne secche o l’olio di semi di lino.