Decorazioni con il Cibo e Riciclo Creativo a Tavola

A tavola si può utilizzare il Riciclo Creativo per sviluppare la fantasia realizzando decorazioni con il cibo.

chiudi

Caricamento Player...

Le decorazioni con il cibo sono ottimi esempi di riciclo creativo a tavola. Sovente non ci rendiamo conto della fantasia che si può adoperare, utilizzando i vari alimenti. Questi si prestano ad esprimere la nostra creatività, lontano da sprechi e all’insegna del divertimento. Ci sono tante composizioni da realizzare, tutte particolarmente simpatiche.

Con due banane si possono realizzare dei cagnolini. Il trucco è estremamente facile, perché basta sbucciare una parte del frutto, che andrà a formare l’orecchio dell’animale. I due cagnolini che possiamo creare verranno visti di profilo, in modo che l’effetto sia ancora più “artistico”.

Realizziamo ora una culla con la frutta. A questo scopo ci serve un’anguria, la quale deve essere svuotata completamente. All’interno mettiamo un’arancia, che diventerà la testa del neonato. Tutto il resto del corpo di quest’ultimo va ricoperto con i pezzettini di polpa dell’anguria e con altri frutti piccoli, per simulare una copertina.

Con le pere possiamo realizzare dei pesciolini. La forma allungata di questo frutto si presta molto bene a mettere a punto questi animaletti. Sarà sufficiente soltanto applicare le dovute decorazioni. Qualche fettina d’arancia per dare l’idea delle pinne e qualche pezzetto d’ananas per simboleggiare la bocca, la coda e gli occhietti.

Avete presente il cuore trafitto con una freccia? Lo possiamo realizzare pure a tavola. Ci servono delle ciliegie. Ciascuna di esse va tagliata a metà e poi due parti vengono unite attraverso uno stuzzicadenti, che rappresenta la freccia che trafigge il cuoricino. Che romantici!

decorazioni-con-il-cibo
decorazioni-con-il-cibo

Per fare uno scheletro, ci occorre un cetriolo. In questo caso dobbiamo essere particolarmente abili a tagliare con un coltellino, in modo da mettere in risalto tutti i dettagli delle ossa e delle articolazioni. Nei punti che vogliamo mettere in evidenza, basterà lasciare un po’ di buccia in più.

Con la mozzarella possiamo realizzare un bel fantasmino. L’aspetto bianco di questo cibo si adatta perfettamente a questo scopo. Basterà soltanto stiracchiarla in qualche punto e mettere due olive nere, che vanno a rappresentare gli occhi.

Avete presente quella tipica rappresentazione di Jack O’ Lantern, che si realizza tipicamente per Halloween, utilizzando la zucca? Possiamo realizzare qualcosa di molto simile con una mela. Essa può essere trasformata in una lanterna. E’ sufficiente scavare la parte centrale, in modo da formare un vuoto, dentro il quale infilare un mozzicone di candela.

Le feste sono sempre fonte di ispirazione per dei motivi decorativi tipici. Per esempio, appositamente per Natale, possiamo costruire un albero con i broccoletti. Questi ultimi vanno disposti a formare la struttura delle chiome, che deve essere a cono. Poi con le fette rotonde di cipolla, con i pomodorini e con delle carotine mettiamo a punto le decorazioni per il nostro alberello.

Possiamo costruire delle roselline utilizzando le fragole. Queste ultime vanno ritagliate, in modo da “sfogliarle”, dando loro la conformazione di petali tutti rossi. Alla fine ne verranno fuori delle rose, con cui, ad esempio, si può abbellire qualche drink, magari infilzandole con degli stuzzicadenti.

Con le ciliegie si possono realizzare delle adorabili coccinelle. I frutti vanno tagliati a metà e su di essi vanno appiccicate (magari aiutandosi con un impasto di acqua e farina) delle lenticchie, che vanno a rappresentare i puntini neri tipici degli insettini. Poi si possono usare per decorare delle tartine, magari in occasione di un pranzo di laurea.

Guarda cosa Accadde Oggi:

[jwplayer player=”1″ mediaid=”12112″]