cos’è la Giornata della Terra

La Giornata della Terra: quando si celebra ed in cosa consiste

chiudi

Caricamento Player...

Il 22 aprile 2016 verrà celebrata la Giornata della Terra, una delle manifestazioni ambientali più importanti del nostro Pianeta e che mira a promuoverne la bellezza e a garantirne la salvaguardia. La ricorrenza è nata il 22 aprile 1970 per evidenziare quanto fosse importante provvedere alla conservazione delle risorse naturali della Terra, ma al tempo stesso è diventata anche un particolare momento educativo ed informativo nel quale gli ecologisti fanno quasi a gara per fare il punto su temi  molto importanti come l’inquinamento dell’aria e del sottosuolo, la distruzione degli ecosistemi, la scomparsa delle specie animali. 

La giornata della Terra: finalità della celebrazione

La giornata della Terra è stata inizialmente voluta dal senatore degli Stati Uniti Gaylord Nelson, ma fu prima promossa dal presidente Kennedy ed arriva oggi a coinvolgere almeno 2 miliardi di persone ogni anno. Gli ecologisti con questa occasione cercano di prospettare delle soluzioni a dei problemi che in genere sono comunque determinati dall’essere umano. Gli esperti del settore ambiscono così soprattutto alla conservazione delle risorse umane come gas, petrolio, alla non utilizzazione di prodotti chimici molto dannosi, alla distruzione di habitat naturali come i boschi.

Origini della ricorrenza della Giornata della Terra

Sebbene già discussa in forma embrionale nel 1962, la Giornata della Terra venne pienamente concepita dopo il disastro ambientale del 1969 determinato dalla fuoriuscita di petrolio dal pozzo della Union Oi presso Santa Barbara (California). In quell’occasione il senatore Nelson decise che era finalmente giunto il momento di sottoporre le questioni e i problemi riguardanti la politica ambientale a tutta la popolazione ed il 22 aprile del 1970 furono ben 20 milioni gli americani che si mobilitarono a sostegno del nostro Pianeta. Oggi la giornata della Terra non è più un fenomeno localizzato agli Stati Uniti ma abbraccia il mondo intero fino a coinvolgere più di 2 miliardi di persone.