Che cos’è la cupping therapy

La cupping therapy è impiegata per il rilassamento e il rimodellamento del corpo, l’eliminazione di liquidi e tossine, la riattivazione della circolazione.

chiudi

Caricamento Player...

La ripresa, dopo le vacanze estive, del tram-tram quotidiano con le sue innumerevoli e frenetiche attività giornaliere riporta con sé stress, stanchezza e necessità di relax.

Uno dei metodi di rilassamento più conosciuti e usati è il massaggio, ma non tutti conoscono un’antica tecnica di massaggio cinese chiamata “cupping therapy” (italianizzando “coppettazione”).

Le sue origini risalgono al II secolo d.C. quando i cinesi la impiegavano per il trattamento di sintomi dolorosi da freddo, umidità o traumi e il suo nome deriva dagli strumenti che servono per realizzarla: coppette o vasetti di 5 cm di diametro da applicare sulla cute, dopo aver creato in esse il “vuoto”, in punti specifici.

La creazione del vuoto può avvenire con l’utilizzo di una fiamma, come si faceva anticamente (introducendo un fiammifero acceso nella coppetta per alcuni decimi di secondo e applicando poi immediatamente la coppetta sulla cute prima della dispersione del calore e quindi dell’effetto benefico del trattamento) oppure in modo meccanico (individuato il punto della cute su cui applicare la coppetta, la stessa viene fissata allo strumento meccanico. Appoggiata la coppetta sulla cute, si solleva la leva dello strumento per attirare l’aria e creare il vuoto nella coppetta. Attirata la pelle nella coppetta, la sua risalita è maggiore più si agisce sulla leva dello strumento. Quando la coppetta è fissata si stacca lo strumento lasciando la coppetta sulla pelle).

Una volta applicata la coppetta mediante il metodo scelto, la stessa può essere lasciata nel punto di applicazione oppure fatta scorrere in aree estese. Questa variante con movimento della coppetta è usata soprattutto quando si trattano sindromi di ansia e depressione oppure per il trattamento della cellulite.

I benefici sono svariati:

  • la rimozione di liquidi e tossine, la riattivazione della circolazione sanguigna e il ritorno di energia vitale in tutto il corpo per l’effetto ventosa dell’applicazione;
  • il rimodellamento del corpo per la trazione esercitata sui muscoli.

Di contro, bruciature o echimosi, anche dolorose, sono i rischi della cupping therapy fai da te. È infatti sempre importante rivolgersi a centri o personale specializzato affinché non sia vanificato l’effetto benefico della terapia.