Cosa sono gli oli essenziali

Come vengono ricavati e a che cosa servono

chiudi

Caricamento Player...

Gli oli essenziali sono prodotti interamente naturali che si possono disperdere nell’ambiente o applicare sulla pelle. Hanno molte proprietà benefiche, ad esempio migliorano la digestione, la memoria e il sistema immunitario. Ma vi siete mai chieste che cosa sono gli oli essenziali esattamente, e come vengono ricavati? Oppure quali effetti hanno sull’organismo e come è meglio entrarne in contatto? In questa guida risponderemo a tutti questi interrogativi per capire meglio cosa sono gli oli essenziali.

Origine e preparazione degli oli essenziali

Gli oli essenziali hanno l’aspetto di un liquido oleoso la cui densità può variare. Sono solubili in altri oli ma non in acqua, perciò sono facili da diffondere nell’ambiente. Ma si può decidere di mischiarli all’olio per diluirli prima di applicarli sulla pelle. Si ottengono attraverso un processo di distillazione o spremitura, da fiori, foglie, frutti, scorze o radici di piante. Esiste quindi l’olio essenziale di arancia ma anche quello di rosmarino, sandalo, rosa eccetera. La distillazione può essere a corrente di vapore o a secco, mentre la spremitura è solitamente a freddo nel caso di piante sensibili al calore.

Cosa sono gli oli essenziali e quali proprietà possiedono

Gli oli essenziali in linea generale sono antidolorifici, cicatrizzanti, anticatarrali, riequilibranti, antinfiammatori e stimolatori. Potenziano le funzioni vitali e agiscono sulla psiche favorendo il sonno, il relax e le performance intellettive. Sono inoltre potenti antiacidi, che stimolano l’attività di pancreas e fegato oltre a salivazione e digestione. Per quanto riguarda il cuore, possono stimolare o rallentare le palpitazioni cardiache. Esistono infatti oli con proprietà opposte: ad esempio noce moscata e menta sono eccitanti, mentre camomilla e verbena sono calmanti. In generale, comunque, gli oli essenziali assunti per via respiratoria sono antisettici ed espettoranti. Ne sono un esempio l’eucalipto, la canfora e la menta piperita.