A cosa serve l’amido di mais

Tutti gli usi dell’amido di mais dalla cucina ai capelli

chiudi

Caricamento Player...

L’amido di mais o maizena, da non confondere con la farina di mais è un ottimo prodotto da utilizzare in cucina ma utilizzabile anche in modo diverso. Noi vi sveliamo tutte le proprietà e gli usi.

Gli usi dell’amido di mais

La maizena viene utilizzata per addensare molte ricette a base di prodotti liquidi: budini, ma anche zuppe e minestre riescono a raggiungere una maggiore addensamento grazie al processo di gelatinizzazione delle molecole della maizena una volta riscaldata.

Differentemente dalla farina, il sapore è meno deciso ed invasivo, e l’effetto finale è più lucido e brillante, rendendola perfetta ed ideale nei budini che risultano molto più appetitosi.

Per delle cotolette e delle impanature più croccanti e saporite bisogna mescolare l’amido e impanare il prodotto , per un risultato eccellente.

Estratto dal granturco (mais), è prodotto dall’endosperma del mais.

Dopo una fermentazione per  30 – 48 ore che permette di separare il germe dall’endosperma, in cui si racchiude una riserva di amido, per poi essere macinati separatamente. Dopo processi di filtrazione e centrifughe che priva di ogni fibra, proteina o residui di germe. Per poi concludere con l’essiccazione.

L’amido di mais viene utilizzato anche in altri campi: deodoranti e prodotti di bellezza fanno un largo uso di questo elemento; la plastica biodegradabile, attualmente prodotta nelle fabbriche fa ampio uso della maizena.Utilizzato in campo farmaceutico al posto del talco per tutti quei prodotti che necessitano di una funzione antiaderente come quelli in lattice.

Ottimo per migliorare problemi ai piedi come il piede d’atleta o il piede che suda o, creando una pastella, per eliminare le macchie di tintura per capelli.

Molto delicato e naturale viene spesso impiegato nei prodotti per la pulizia del viso creando un ottimo alleato contro tutti quei prodotti che spesso causano eczemi o dermatiti o allergie.