Contraccezione ormonale maschile: in arrivo importanti novità

Finalmente sta per arrivare la contraccezione ormonale per uomo, simile alla pillola anticoncezionale. Vediamo come funziona e quali sono pro e contro.


Logo Zalando 190x52

Tra poco gli uomini non avranno più scuse: anche loro potranno ricorrere alla contraccezione ormonale per evitare gravidanze indesiderate. Fino ad oggi, solo noi donne potevamo ricorrere a contraccettivi ormonali come la pillola, il cerotto e l’anello.

Negli ultimi anni sono stati fatti diversi studi per mettere a punto un anticoncezionale simile per gli uomini e finalmente sembra esserci una svolta: Mario Philip Reyes Festin dell’Organizzazione Mondiale della Sanità attualmente sta dirigendo la sperimentazione di un nuovo contraccettivo ormonale maschile.

Contraccezione ormonale maschile: come funziona

Questo rivoluzionario contraccettivo maschile consiste in due iniezioni da fare a distanza di una settimana, una a base di testosterone e una di progestenico.

Il risultato è molto simile a quello della pillola che assumiamo noi donne: come quest’ultima blocca l’ovulazione, l’anticoncezionale maschile riduce la concentrazione degli spermatozoi.

contraccezione ormonale maschile

La sperimentazione è stata fatta su un campione di 20 uomini tra i 18 e i 45 anni, provenienti da sette Paesi, tra cui l’Italia. Nella prima fase dello studio, tutti gli uomini che hanno partecipato sono stati sottoposti ad un’iniezione di testosterone e progestinico a distanza di una settimana.

Il fine dell’esperimento era quello di verificare se questo mix di ormoni fosse davvero in grado di ridurre significativamente la concentrazione di spermatozoi, ovvero al di sotto del milione per ogni millilitro di liquido seminale, considerando che il numero normale di spermatozoi negli uomini fertili è di circa 15 milioni per millilitro.

I risultati sono stati piuttosto soddisfacenti: l’efficacia del contraccettivo ormonale maschie è del 96%, una percentuale che si avvicina molto a quella di altri metodi come il preservativo. Una volta interrotte le iniezioni ormonali, nell’arco di un anno, nel 95% degli uomini che hanno partecipato alla sperimentazione il numero di spermatozoi è tornato ad un livello normale.

Contraccettivo ormonale maschile: gli effetti collaterali

Purtroppo, come con la pillola anticoncezionale femminile, anche con questo metodo non mancano gli effetti collaterali. Circa il 3-5% dei partecipanti allo studio hanno infatti presentato disturbi dell’umore e depressione.