Consigli della nonna per pulire il caminetto con prodotti naturali

Come pulire il caminetto con prodotti fai da te al 100% naturali per superfici pulite e sgrassate in ogni momento dell’anno.

chiudi

Caricamento Player...

Con l’arrivo della bella stagione il caminetto non si utilizza più tanto se non per qualche serata primaverile un po’ più fresca in attesa che il tempo si stabilizzi. Nonostante venga messo da parte è bene tenerlo pulito onde evitare problemi di manutenzione futura. Tra le cose da fare in modo regolare ci sono la rimozione della cenere e la pulizia del vetro e della canna fumaria. Per evitare di spendere grandi cifre si può pulire il caminetto ricordando a rimedi casalinghi utilizzando prodotti a costi ridotti e dall’efficacia garantita.

PULIRE IL CAMINETTO
PULIRE IL CAMINETTO

Pulire il caminetto in tutte le sue parti con aceto e sale senza rovinare le superfici.

Con l’arrivo della bella stagione bisogna lasciare il caminetto in condizioni di pulizia perfette per il prossimo anno. Pulire, dunque, tutte le superfici e i ferri per mantenerli in condizioni ottimali il più a lungo possibile. Per rimuovere la cenere dal caminetto spargere un pugno di sale sulla legna che sta bruciando. In questo modo la legna si ridurrà di volume e quindi sarà più facile rimuovere la cenere una volta spento. Per buttarla via sarà sufficiente una paletta o una base rigida di cartone dove far appoggiare la cenere spingendola con una scopina.

Per quanto riguarda la pulizia delle superfici, come ad esempio il vetro o le basi di appoggio, si possono pulire con un disinfettante e smacchiatore naturale a base di acqua e aceto. La pulizia della canna fumaria assicuratevi che il caminetto sia spento. Munirsi di una spazzola con setole dure e bagnarla nell’aceto bianco. Strofinare la superficie e ripetere l’operazione sostituendo l’aceto con dell’acqua. Infine, asciugare con un panno in cotone o in microfibra per eliminare ogni residuo di acqua.