Sale integrale: cos’è, le proprietà e dove comprarlo

Il sale integrale marino, ricco di zinco, potassio e magnesio è il miglior alleato per il benessere; scopriamo che cos’è, le proprietà e dove si compra.

Tra le migliori tipologie di sale in commercio, quello integrale è senza dubbio al primo posto. È ottenuto per evaporazione dell’acqua di mare: non è raffinato, ma fatto evaporare naturalmente nelle saline, e contiene meno impurità rispetto al sale da cucina classico. Vanta minori concentrazioni di cloruro di sodio, e contiene quantità non trascurabili di magnesio, zinco, potassio ed altri microelementi. Il sale integrale marino non ha nulla a che vedere con il sale bianco che troviamo sugli scaffali del supermercato, un sale di salgemma bianchissimo e iperraffinato.

Non è, dunque, un semplice condimento da tavola, ma un prezioso alleato che depura l’intestino e protegge reni e circolazione, oltre che un alimento in grado di apportare notevoli benefici all’organismo e alla pelle. Conosciamolo meglio!

Sale integrale: cos’è e le caratteristiche

Il sale marino integrale si presenta con un colore grigiastro, dall’aspetto grumoso e molto umido. Tra i microelementi in esso contenuti troviamo magnesio, zinco, ma anche lo iodio, fondamentale per il benessere fisico. Nei sali raffinati, invece, lo iodio si perde e viene poi aggiunto in un secondo momento.

Lo iodio vivo, combinato in modo naturale al cristallo di sale, è ben diverso da quello usato nel sale tradizionale, privo di vitalità e interezza. Inoltre, il fluoro contenuto nel sale marino integrale è in grado di prevenire la formazione della carie dentarie e, grazie alla presenza del cloruro di sodio e all’importante equilibrio con gli altri oligoelementi, il suo processo di assorbimento è maggiore.

Sale integrale
Fonte foto: https://pixabay.com/it/sale-sale-marino-cristalli-di-sale-602215/

Qual è il miglior sale marino integrale?

Le maggiori produzioni italiane sono concentrate in Sicilia e in Sardegna.

Dalla Sicilia arrivano marchi di ottima e rinomata qualità, che da decenni arricchiscono le tavole degli italiani: il sale marino integrale di Trapani, Sa.Ni.Ma. o il sale marino integrale Mothia dell’isola di San Pantaleo, raccolto a mano secondo le antiche tradizioni.

Dalla salina dell’isola di Sant’Antioco (SA) arriva il Sale marino Integrale di Sardegna – Atisale, leggermente umido e ricco di oligoelementi naturali marini.

Sale integrale: dove si compra

Se si cerca un sale di qualità, ci si può recare presso i supermercati più forniti: negli ultimi tempi è aumentata l’attenzione al cibo e alla salute e di conseguenza si tende a cercare il prodotto migliore e adatto a ogni esigenza; sempre più tipologie di sale hanno raggiunto gli scaffali dei supermercati. Se il vostro non è fornito, degli ottimi punti vendita sono anche le erboristerie e i negozi di prodotti naturali e biologici. Senza citare, ovviamente, Amazon e gli altri rivenditori online.

In commercio, potrete trovare il formato e la qualità che preferite, come ad esempio fine o grosso, da mezzo chilo o da un chilo.

Sale integrale: prezzo

La sua popolarità non è dettata “solo” da una questione di gusto e qualità, ma anche dal prezzo: probabilmente il sale integrale è uno dei pochi prodotti amici della salute ad avere anche un ottimo rapporto qualità/ prezzo. In media il prezzo del sale integrale oscilla tra 1,70 e 2,00 € al chilo. Tuttavia, variano ampiamente in base alla marca e alla qualità.

Ad esempio, il sale marino integrale Mothia ha un prezzo di 1 € al chilo, il sale marino integrale di Trapani Cuor di sale Salinagrande, invece, ha un prezzo di 2,50 € al chilo. Il sale marino integrale di La finestra sul cielo, prodotto anch’esso in Sicilia, raccolto a mano e asciugato al sole costa 1,73 € al chilo.

Il più costoso e originale, una vera eccellenza, è il sale marino integrale SUPREME di Villa Reale, da circa 20 € al kg.

Salina
Fonte foto: https://pixabay.com/it/sunrise-saline-panorama-piatto-2379007/

Sale integrale: proprietà e uso esterno

Una delle caratteristiche principali del sale integrale è il suo esser ricco di oligoelementi come stronzio, iodio, fluoro, manganese, argento e boro. Inoltre, contiene ben 70 minerali che sono essenziali per la salute del nostro organismo. Tra questi ci sono il calcio, lo zolfo, il magnesio, il potassio e il ferro. Conosciuto anche come l’oro bianco, è un vero toccasana per il metabolismo e ha ottime proprietà anti-invecchiamento.

Sapevate che il sale marino integrale può essere utilizzato non solo a tavola, ma anche per lenire piccoli dolori e traumi? Con degli impacchi di sale si potranno evitare edemi e infiammazioni dei tessuti. Per uso esterno vanta ottime proprietà antinfiammatorie e antidolorifiche e può aiutare per disturbi muscolari, contratture, distorsioni e mal di schiena. In caso di mal di schiena, ad esempio, potere immergere un panno in acqua calda e sale e appoggiarlo sulla schiena per mezz’ora circa. Ripetete l’operazione per alcuni giorni e inizierete a sentire giovamento.

In ambito cosmetico è utilizzato nelle terapie antiage e depurative della pelle: basteranno dei leggeri massaggi circolari su tutto il corpo, effettuati con un guanto di crine immerso in acqua e sale integrale, per riattivare la circolazione e avere una pelle liscia come la seta.

Per un momento di relax assoluto, fate un bagno con il fiore del sale marino: fate riscaldare l’acqua, che deve diventare molto calda, e aggiungete un chilo e mezzo di sale. Mischiate per bene fino a quando non sarà sciolto completamente e immergetevi. Dopo essere usciti dall’acqua la pelle risulterà liscia al tatto e soffice come la seta. Avvertirete addosso una piacevole sensazione di leggerezza e tonicità della pelle. Grazie all’azione del sale e dell’acqua potrete godere delle sue proprietà purificanti e sconfiggere problemi di acne, gonfiori, irritazioni e punture di insetto.

Le controindicazioni del sale integrale

Allo stesso tempo, però, ci sono delle controindicazioni. Lo iodo è essenziale per la sintesi degli ormoni tiroidei e una sua carenza può causare l’ipotiroidismo. Chi soffre, invece, di ipertiroidismo dovrebbe stare alla larga dal sale ricco di iodio.

È rinomato che sale integrale e ipertensione non vadano d’accordo. Chi ne soffre dovrebbe limitarne il consumo, e allo stesso tempo, nessuno dovrebbe abusarne per non facilitarne l’insorgenza.

Inoltre, il sale integrale se consumato in eccesso potrebbe interferire con alcuni medicinali che si stanno assumendo per determinate patologie. Si consiglia, dunque, di consultare il proprio medico prima di scegliere un sale dietetico da inserire nella routine alimentare.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/sale-sale-marino-cristalli-di-sale-602215/, https://pixabay.com/it/sunrise-saline-panorama-piatto-2379007/

Se vuoi altri aggiornamenti sul mondo femminile, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy

ultimo aggiornamento: 23-02-2018

Elisa Mahagna

X