Come utilizzare il pandoro avanzato

Un gusto delicato che può diventare base di molti dolci

chiudi

Caricamento Player...

Come utilizzare il pandoro avanzato? Tartufi e coppe alla crema per arricchire il gusto delicato di questo dolce tradizionale rendendolo completamente irriconoscibile.

Come utilizzare il pandoro avanzato? Tartufini al doppio cioccolato

Il pandoro ha un sapore tanto delicato da poter essere abbinato con successo praticamente a qualsiasi ingrediente. E’ questo il caso del cioccolato e del caffè, con cui preparare dei deliziosi tartufini da mangiare con le dita in un solo boccone.
Innanzitutto si sbricioleranno in una ciotola 200 grammi di pandoro che andranno bagnati con una tazzina di caffè 100 grammi di cioccolato bianco fuso. Si impasterà con le mani fino a ottenere un composto omogeneo e appiccicoso, ma che si stacchi con facilità dalla ciotola. Se dovesse risultare troppo molle si aggiungerà altro panettone sbriciolato, se al contrario dovesse risultare troppo asciutto, si aggiungerà caffè. Una volta raggiunta la consistenza perfetta si formeranno delle palline della stessa dimensione fino a terminare tutto l’impasto.

A questo punto si scioglieranno a bagnomaria o nel microonde 150 grammi di cioccolato fondente e vi si immergeranno i tartufi aiutandosi con due cucchiaini. Mano a mano che vengono ricoperti, i tartufi verranno disposti su una placca ricoperta di carta da forno. Si possono guarnire con farina di cocco, granella di nocciole, mandorle o pistacchio.
Prima di mangiarli si dovrà attendere che si raffreddino completamente, magari lasciandoli per qualche ora nel frigo.

Pandoro, tiramisù!

Una delle più apprezzate strategie per il riciclo del pandoro è di certo il tiramisù.
Il procedimento è completamente identico a quello del tiramisù tradizionale, con l’unica differenza che il pandoro non può essere inzuppato direttamente nel caffè come i biscotti savoiardi.
Si dovranno innanzitutto tagliare fette orizzontali di pandoro, in modo che siano più o meno tutte dello stesso spessore, quindi le si dovrà utilizzare per foderare a scelta una teglia da forno (meglio se rettangolare) oppure delle coppette monoporzione. Una volta fatto questo il caffè andrà distribuito con un cucchiaio o con un pennello da cucina, in modo da inzuppare uniformemente la mollica.
A questo punto si guarnirà con la crema al mascarpone e si spolverizzerà con cacao amaro.

Fonte immagine di copertina: Primochef