Come usare il latte di cammella

Come usare il latte di cammella: ottimo per preparazione di prodotti caseari e per la realizzazione di cosmetici esclusivi e di alto livello.

chiudi

Caricamento Player...

Il latte di cammella ha un sapore molto simile al latte vaccino e non sempre si riesce a percepire la differenza. Tuttavia, le differenze ci sono, ma dal punto di vista nutrizionale. Questo latte contiene circa la metà dei grassi rispetto a quello di mucca e ha tre volte la quantità di vitamina C. Gli effetti benefici che ha sulla salute sono davvero molteplici. Ottimo per contrastare le infezioni batteriche e virali e ricco di vitamine e minerali. Vediamo nel dettaglio come usare il latte di cammella.

Ecco come usare il latte di cammella per ritrovare una pelle tonica, sana e senza imperfezioni.

Il latte di cammella è anche usato in ambito medico. Per chi avesse problemi di diabete di tipo 1 e di tipo 2 questo potrebbe essere una valida alternativa al latte vegetale o di mucca. Ha una buona fonte di proteine e può anche essere bevuto da chi ha problemi di intolleranza al lattosio.

Se desiderate una pelle tonica e senza macchie potete bere il latte di cammella. Grazie all’acido lattico e all’acido alfa-idrossido contribuisce a rallentare i processi di invecchiamento della pelle e agisce contro macchie e rughe. Per questo motivo viene spesso utilizzato in cosmetica per produrre creme nutrienti e rinvigorenti da applicare quotidianamente.

Nei Paesi arabi il latte di cammella è soprannominato  ” l’oro bianco del deserto” per le sue preziose qualità. Con esso si riescono a produrre non solo yogut e formaggi, ma anche ottimi prodotti dolciari e alimentari come cappuccini e costose linee di cioccolato come al Domori. Non sarà poi così difficile recarsi in una caffetteria in Belgio o in Gran Bretagna per gustare un ottimo caffè macchiato al latte di cammella. Certo, solo per una clientela esclusiva dato l’elevato costo.