Come togliere lo smalto adesivo

Togliere lo smalto adesivo è facile, proprio come applicarlo.

chiudi

Caricamento Player...

Lo smalto adesivo è stato appositamente creato per le donne che non hanno tempo per sottoporsi ad una manicure completa o che non hanno molta dimestichezza con lo smalto tradizionale. Il nail patch, così viene anche detto, è disponibile in commercio sia in carta adesiva che sotto forma di smalto vero e proprio, in tantissime sfumature di colori e in molte varianti decorative, che renderanno le vostre unghie perfette e supertrendy in men che non si dica. Lo smalto adesivo si applica togliendolo dal suo supporto adesivo e fissandolo sull’unghia esercitando una piccola pressione andando poi ad eliminare la parte eccedente con una lima o un buffer e a stendere sull’unghia un top coat trasparente per prolungarne la durata.

Tante di voi si chiederanno come togliere lo smalto adesivo: è un’operazione facilissima. Se avete scelto gli adesivi in plastica, vi basterà sollevarne un angolino per tirarli via in poco tempo. Il difetto di questo tipo di nail patches sta proprio nell’eccessiva facilità con cui si possono rimuovere, il che li fa durare sulle unghie solo pochi giorni.

Per quanto riguarda invece i nail patches in smalto, hanno una durata più lunga, come uno smalto tradizionale, e proprio come accade con lo smalto ‘classico’ si tolgono con un normale solvente per unghie.

Visto però il rapporto qualità-prezzo, che fa arrivare a costare una confezione da 16 patches anche 4 euro, è consigliabile usare lo smalto adesivo solo quando si vogliono personalizzare le unghie in maniera particolare, perché pagare uno smalto monouso allo stesso prezzo di uno smalto tradizionale non è molto conveniente, se calcolate poi che in periodi di offerte speciali sia in rete che nei negozi si possono acquistare smalti anche a 2 euro.