Vi state domandando in che modo sostituire la pectina in cucina? Necessità o curiosità, ecco a voi cosa si può utilizzare come variante, con il medesimo risultato.

La pectina è una sostanza, che si trova normalmente in quantità diverse in frutta e verdura specifica, con funzione addensante, particolarmente utilizzata nella preparazione di marmellate e gelatine. Questa si comporta in modo differente, in particolare a seconda dell’ambiente in cui è: se è alcalino allora l’intrinseca funziona addensante non si manifesta; al contrario se è acido, che è massima. Ovviamente la pectina si può trovare anche nei supermercati per l’uso in cucina. Ma se non è disponibile, con cosa si può sostituire? Ecco cosa c’è da sapere!

Addensante per marmellata e pectina: cosa usare?

Come già detto, la pectina ha funzione addensante quando l’ambiente è acido. Quindi quando si preparano le marmellate o le conserve si tende ad aggiungere del succo di limone in modo che si addensi il composto. Tenendo presente questo e per abbreviare i tempi di cottura, non perdendo le proprietà dei frutti, è possibile sostituire la pectina in cucina con la cosiddetta pasta di mele.

Pectina

Per realizzarla, tagliate a pezzi 1 kg di mele verdi e fatele cuocere in acqua per trenta minuti. Successivamente filtrate il tutto con un colino e ripassate il succo così ottenuto attraverso un panno di lino. È possibile congelare la pasta di mele appena fatta e utilizzarla all’occorrenza.

Se invece preferite sostituire la pectina con un ingrediente preparato al momento, ecco una ricetta molto rapida per un vasetto da 40 grammi. Mettete a cuocere a fuoco molto basso buccia, torsolo e semi di una mela non trattata, la polpa e il succo di limone e qualche chicco d’uva (se lo avete, altrimenti non è necessario). Trascorsi cinque minuti, passate il composto al colino. Sterilizzate per quindici minuti e il vostro ingrediente è pronto! Una volta aperto il vasetto, riponetelo in frigo.

Ricordiamo, infine, che per addensare le marmellate senza pectina si può procedere senza problemi, a patto che la frutta che si usa sia idonea allo scopo. Infatti mele e pere ne contengono una quantità sufficiente per far addensare il composto. Invece per la confettura di fragole o pesche è possibile sostituire la pectina aggiungendo alla frutta e allo zucchero un limone e una mela con buccia.

Le vostre marmellate o confetture saranno ancora più dense e gustose, anche senza l’aggiunta di addensanti chimici.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
pectina

ultimo aggiornamento: 29-09-2020


Come fare le talee: tutti i consigli sui periodi migliori e sui metodi

Rimedi economici (ed efficaci) per togliere la muffa dai muri di casa