Come riconoscere ciste sebacea vaginale

Quali sono i sintomi della ciste sebacea vaginale? Ecco alcune informazioni utili per la prevenzione e la salvaguardia della propria salute

chiudi

Caricamento Player...

Le cisti sebacee sono una delle varie tipologie di cisti esistenti e sono delle raccolte di materiale semisolido, solitamente grasso, che si formano sotto la pelle. La loro forma caratteristica è tondeggiante ed è palpabile e si forma, intuibile dal loro nome, a causa dell’occlusione di una ghiandola sebacea, in quanto la ghiandola stessa non riesce a smaltire le secrezioni, che quindi si accumulano, formando la ciste.
Le cisti sebacee appartengono infatti alla categoria della cisti da ritenzione, che prevedono l’ostruzione di dotti ghiandolari.

Queste tipologie di cisti possono formarsi in tutte le parti del corpo, tranne sui palmi delle mani e sul piede: un tipo di cisti sebacea comune e che preoccupa le donne è quella che si forma a livello della vagina.

Le cisti in questa parte del corpo non sono pericolose, ma è preferibile saperle riconoscere per non rischiare di trascurarle e, col tempo, di farle aggravare.

Quindi come possiamo accorgerci di avere una ciste vaginale? Generalmente le cisti sebacee vaginali sono asintomatiche, ma la presenza o meno di disturbi dipendono dalla grandezza della ciste.

Occorre sapere che la ciste vaginale può causare un lieve rigonfiamento ai lati dell’ingresso vaginale, nella parete vaginale o sporgente dalla vagina: quindi è possibile sentire un gonfiore che prima non c’era.
Nei casi in cui la ciste è più grossa si possono avvertire anche dolori, soprattutto durante i rapporti sessuali o nell’inserire i tamponi.

Il consiglio più saggio è quello, se avete questi tipi di disturbi, di rivolgersi a un medico che può effettuare visite ed esami specialistici per fornirvi la corretta diagnosi e la cura più appropriata.