Come riciclare il balsamo per capelli

5 errori da evitare in palestra

Al giorno d’oggi si sta molto attente a non fare sprechi, e soprattutto a non inquinare più del dovuto l’ambiente. Così, anche se si acquista un prodotto sbagliato, non è detto che lo si debba buttare via, ma si potrebbe valutarne un uso alternativo. Ecco come poter riciclare il balsamo.

Il balsamo è un prodotto per i capelli che molte donne usano dopo lo shampoo, poichè serve a rendere la chioma più lucente, e a districare più facilmente eventuali nodi. Ma, a meno che non si compri sempre lo stesso prodotto, potrebbe capitare di comprarne uno non adatto ai propri capelli.

Invece di buttarlo, si può ipotizzare di usarlo lo stesso, diluendolo con dell’aceto di mele, se appesantisce troppo i capelli, o con dell’olio di cocco o gel di aloe, se invece non è abbastanza efficace.

Se anche in questo modo non è efficace, si può farne un uso alternativo, come ammorbidente per i panni, con l’aggiunta di un po’ d’acqua per renderlo più liquido, o come crema per i mobili. Un’ultima opzione consiste nell’usarlo per pulire le setole dei pennelli cosmetici.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 25-11-2014

Donna Glamour Guide

Per favore attiva Java Script[ ? ]