Come proteggere tatuaggio dal sole

Tre consigli efficaci per esporsi al sole senza rovinare il proprio tattoo

chiudi

Caricamento Player...

Quale momento migliore di quelli trascorsi tra sole, spiaggia, mare e tintarella per mettere in mostra i nostri tatuaggi? Gli amanti del genere lo sanno: l’estate è la stagione ideale per farne pieno sfoggio di fronte ad amici e bagnanti! Ma per poter tornare a settembre con il nostro tattoo in perfette condizioni, senza alterazioni nel disegno o nel colore, bisogna seguire alcuni semplici consigli.

La prima regola base è quella di munirsi di una crema solare con fattore di protezione elevato o totale (almeno un 50+). Il sole è infatti il primo nemico della pelle tatuata ed è quindi bene proteggersi soprattutto durante le prime esposizioni al sole, sia al mare che in città. I raggi UV tendono infatti a far sbiadire progressivamente l’inchiostro, facendogli assumere un colore tendente al verdastro.

La protezione da eventuali scottature, eritemi o macchie scure deve essere poi applicata costantemente durante il periodo di esposizione, a prescindere dal tipo di carnagione e dal fototipo di appartenenza, a distanza di 4-5 ore. Servitevi di un prodotto in stick: l’applicazione sarà più pratica, rapida e dedicata alla sola area interessata.

Ricordate infine di evitare detergenti e bagnodoccia aggressivi e di applicare sempre a fine giornata un olio doccia e un dopo sole, consentendo così alla vostra pelle di ricreare il film idrolipidico che la protegge.

Tre semplici mosse per godervi a pieno la vostra estate e i vostri tatuaggi, salvaguardando la vostra pelle.