Come preparare olio essenziale di lavanda

L’olio essenziale di lavanda è fondamentale per svariati utilizzi: scopriamo insieme come prepararlo.

Il profumo della lavanda è sicuramente uno dei più amati e apprezzati da sempre: una fragranza delicata e decisa al tempo stesso, che dona freschezza e una piacevole sensazione di pulito sia spruzzata sulla pelle che sui vestiti, e all’interno della propria casa come profumatore d’ambienti.

Anche l‘olio essenziale che si ricava dalla lavanda possiede una profumazione intensa e meravigliosa, scopriamo insieme come realizzarlo. Innanzitutto, vi occorreranno un vaso grande con chiusura ermetica, vasetti e bottigliette, olio di oliva, alcool a 90°, rametti di lavanda, uno scolapasta e un panno di cotone.

Per l’estrazione dell’olio essenziale di lavanda potrete utilizzare diversi metodi: uno di questi è la distillazione, lo stesso con cui si preparano vini e grappe; per ogni ml di olio essenziale occorrono 140 gr di fiori di lavanda.

Altrimenti, potrete utilizzare gli ingredienti e gli strumenti sopra elencati per far scaldare a bagnomaria la lavanda, filtrarla, unirla all’alcol e imbottigliarla all’interno degli appositi contenitori, e il gioco è fatto!

ultimo aggiornamento: 29-11-2015

Donna Glamour Guide

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X