L’olio essenziale di lavanda è fondamentale per svariati utilizzi: scopriamo insieme come prepararlo.

Il profumo della lavanda è sicuramente uno dei più amati e apprezzati da sempre: una fragranza delicata e decisa al tempo stesso, che dona freschezza e una piacevole sensazione di pulito sia spruzzata sulla pelle che sui vestiti, e all’interno della propria casa come profumatore d’ambienti.

Anche l‘olio essenziale che si ricava dalla lavanda possiede una profumazione intensa e meravigliosa, scopriamo insieme come realizzarlo. Innanzitutto, vi occorreranno un vaso grande con chiusura ermetica, vasetti e bottigliette, olio di oliva, alcool a 90°, rametti di lavanda, uno scolapasta e un panno di cotone.

Per l’estrazione dell’olio essenziale di lavanda potrete utilizzare diversi metodi: uno di questi è la distillazione, lo stesso con cui si preparano vini e grappe; per ogni ml di olio essenziale occorrono 140 gr di fiori di lavanda.

Altrimenti, potrete utilizzare gli ingredienti e gli strumenti sopra elencati per far scaldare a bagnomaria la lavanda, filtrarla, unirla all’alcol e imbottigliarla all’interno degli appositi contenitori, e il gioco è fatto!

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 29-11-2015


Come vestirsi per correre in inverno

Come arredare camera con toilette con specchio