Come praticare l’hygge e trovare la felicità a modo proprio

La felicità rassicurante Made in Denmark

chiudi

Caricamento Player...

Come praticare l’hygge? L’arte della felicità danese è composta di piccoli gesti, abitudini quotidiane e coccole costanti.

Che cos’è hygge?

Questa breve parola danese (che si pronuncia “hug-ghe”) sembra racchiudere il segreto della serenità che caratterizza i popoli dell’estremo nord europeo, come danesi e norvegesi.

Abituati a vivere in un ambiente meraviglioso ma ostile per lunghi periodi dell’anno, i danesi hanno imparato a ritagliarsi piccoli momenti di felicità e di serenità ogni giorno, soprattutto durante il lunghissimo, oscuro e rigido inverno.

Trascorrere una serata con i propri cari, oppure leggendo un libro a lume di candela, bere e mangiare qualcosa in compagnia senza restare connessi alla rete è hygge.

Trascorrere tempo in un’ambiente rilassante e confortevole in cui si si sente perfettamente a proprio agio, liberi dalle pressioni, dai doveri e dallo stress è hygge.

Come praticare l’hygge se non si è danesi?

Per quanto sia una parola praticamente intraducibile, si comprende con poco sforzo che l’hygge non è definibile in maniera univoca. E’ ciò che fa stare bene e allo stesso tempo è l’impegno che si profonde nel raggiungimento della serenità. 

Dati questi presupposti, esistono tante felicità quante sono gli individui che le ricercano e non c’è una ricetta valida universalmente.

Hygge è la ricerca del qui – e – ora ovvero la capacità di vivere pienamente un attimo o una situazione senza essere contemporaneamente distratti (a livello intellettivo ed emotivo) da altri pensieri o, peggio, dalle preoccupazioni.

Creare dei piccoli rituali personali da ripetere nel momento in cui abbiamo bisogno di ricaricare le energie può essere un perfetto primo passo verso la conquista dell’hygge.

Fare la doccia appena rientrati a casa dopo il lavoro, indossare abiti comodi e prendere una tazza di tè o di tisana dopo cena sono azioni che probabilmente molti di noi compiono ogni giorno, senza prestare adeguata attenzione a quello che stanno facendo.

L’hygge è uno stato mentale, la capacità di vivere appieno la perfezione di piccoli momenti che possono metterci in sintonia con noi stessi e con il mondo che ci circonda.