Preservativo: come indossarlo, quale scegliere e…

Come si indossa il preservativo? Quali sono i migliori? Quanti tipi ne esistono? Ecco la risposta a tutte vostre le domande…

Lo chiamano anche condom o profilattico: il preservativo è il migliore amico di una vita sessuale protetta e sicura. Soprattutto i giovani tendono a non usarlo, presi dalla foga del momento. Niente di più sbagliato, se volete evitare gravidanze indesiderate o malattie.

Certo, per metterlo bisogna interrompere un momento di passione, ma così si prolunga anche l’attesa, la suspence e il desiderio prima dell’atteso rapporto vero e proprio. Qualche breve secondo può sembrare un’eternità, soprattutto se si è inesperti. Approfondiamo un po’ meglio l’argomento: ecco tutto quello che c’è da sapere sui profilattici!

Come mettere il preservativo?

Il preservativo va indossato sempre, senza se e senza ma (specialmente per i rapporti occasionali). Ma bisogna sicuramente imparare come metterlo nel modo corretto.

Primo step: aprire l’involucro con delicatezza; la confezione deve essere integra e la data di scadenza non deve essere passata. Non fatevi prendere dalla foga del momento perchè un movimento troppo brusco, magari con le unghie, potrebbe causare una lacerazione.

Secondo step: accertarsi che “il serbatoio”, ovvero la punta, sia rivolto verso l’alto (quest’operazione viene meglio – ovviamente – se fatta con un po’ di luce).

Terzo step: srotolare il profilattico sul pene in erezione. Deve essere aderente, ma non troppo: non deve stringere e deve risultare comodo all’indosso.

Quarto step: pizzicate la punta del preservativo, in modo che non si crei una sacca d’aria.

Una volta ci avrete preso la mano potrete usare anche dei metodi più creativi: potreste metterlo con la bocca, con entrambe la mani o usando la fantasia con il partner.

Preservativi
Fonte foto: https://pixabay.com/it/preservativi-preservativo-condome-3112007/

Tipi di preservativi

Ci sono molte marche, molti modelli e di molti materiali: scopriamo di più!

Preservativi femminili

È un contraccettivo barriera, proprio come quello maschile e, nella forma, lo ricorda molto. Anch’esso tubolare, termina con un anello e si inserisce nella vagina in modo che l’anello rimanga all’esterno: al suo interno andrà inserito il pene.

Può essere usato sia per i rapporti vaginali che per quelli anali e omosessuali, ma è importante non usare quelli in lattice con lubrificanti a base oleosa perchè potrebbero danneggiarsi. Molti uomini preferiscono questa variante del condom, perchè garantisce più sensibilità per il pene; in più l’anello esterno stimola i genitali di entrambi.

Così come per quello maschile, anche il preservativo femminile, la prima volta che lo si usa, potrebbe non essere immediato e semplicissimo. Il consiglio, quindi è sempre quello di fare delle prove prima, a casa, in tranquillità. A differenza di quello maschile, poi, può essere inserito molte ore prima del rapporto, andando ad ovviare il problema dell’interruzione del momento piccante. Anche la rimozione, può avvenire anche alcune ore dopo il rapporto (tuttavia, se ci si alza c’è il rischio che lo sperma fuoriesca).

Preservativi senza lattice

Indossare il profilattico, per chi è allergico al lattice, in passato era un problema: l’allergia a questo materiale può colpire chiunque e portare con sè pruriti ed eritemi. Per liberarsene è sufficiente smettere di usare qualsiasi cosa contenga lattice. In commercio, oggi, troviamo davvero tante alternative, anallergiche e anche molto stimolanti.

I preservativi anallergici più innovativi sono quelli in resina, poliuretano, sensoprene o propilene. Le varianti oggi sono per tutti i gusti: extra sottili, ritardanti, lubrificati…

Preservativi ritardanti

Secondo alcuni studi, il 53% degli uomini europei lamenterebbe problemi di eiaculazione precoce, che non è problema così raro come i porno ci vogliono fare credere. Innanzitutto, non sono una cura per l’eiacuazione precoce, in quanto per ogni rapporto si dipende dal loro utilizzo, ma possono essere una soluzione temporanea.

La forma è quella dei condom classici, e anche i materiali non differiscono da quelli tradizionali; è la sostanza all’interno che fa la differenza. Contengono infatti delle sostanze anestetizzanti, come la benzocaina che riducono la sensibilità del pene, che avendo meno stimoli raggiungerà più tardi l’orgasmo.

Chiaramente, possono essere utilizzati non solo da chi ha problemi di eiaculazione precoce, ma anche da chi è semplicemente curioso o vuole provare a migliorare le sue prestazioni. La sostanza ritardante entra in contatto con il glande, anestetizzandolo leggermente. Bisogna fare attenzione ad alcuni aspetti: il liquido non deve fuoriuscire (e sarebbe meglio non ricevere un fellatio – nè prima, nè dopo – perchè il liquido potrebbe essere ingerito). La vagina, poi, non non deve venire in contatto con questo liquido, a meno che non vogliate ottenere lo stesso effetto.

Molti uomini, inoltre, lamentano la totale insensibilità durante la penetrazione e la conseguente perdita di erezione (in mancanza di piacere). Infine, anche in questo caso è possibile riscontrare arrossamenti o irritazioni sui genitali.

Preservativi xl (e xs)

Un preservativo troppo stretto può causare disagio e persino rovinare il momento, e lo stesso vale per uno troppo largo. Per questo è importante scegliere quello giusto: come scegliere la taglia di preservativo giusta? Metro da sarta alla mano: ecco la tabella che vi renderà le cose più semplici!

Tabella delle taglie dei preservativi
Tabella delle misure dei preservativi

Preservativi migliori: quali acquistare?

Di marche e tipologie ce ne sono talmente tante che è facile perdersi. Per superare l’imbarazzo di dover andare in farmacia o al supermercato (o semplicemente per comodità) potreste acquistare preservativi online. Il consiglio è di non andare al risparmio quando si tratta di un oggetto così importante; vi lasciamo con una breve top 3 dei brand più conosciuti, più amati e più acquistati.

Preservativi Durex. Fondata nel 1915 come rivenditrice di preservativi d’importazione e forniture per barbieri, nel 2019 festeggia 90 anni di attività e successi, integrando anche l’impegno sociale alla sua mission. Con materie prime di qualità e test costanti sui prodotti, è uno dei band di maggiore successo e con più trust.

Preservativi Control. Parte del gruppo artsana, si impegna da più di 40 anni nella costante produzione di prodotti di alta qualità: l’offerta consiste di condom, sex toys e lubrificanti.

Preservativi Skyn. Realizzati in polyisoprene, sono senza lattice, morbidi e resistenti. Tecnologie innovative, ricerca e qualità le tre caratteristiche alla base dell’azienda che propone un’ampia offerta di profilattici e lubrificanti.

Fonte foto copertina: https://pixabay.com/it/preservativi-preservativo-condome-3112007/

ultimo aggiornamento: 12-07-2018

Donna Glamour

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X