Quando si torna a casa il bimbo necessita di cure al cordone ombelicale residuo, la medicazione svolge un ruolo determinante. Come fare?

E’ lungo circa 10 centimetri ed è chiuso da una pinza. Il moncone ombelicale è una delle prime cose di cui la neo-mamma deve occuparsi.

Si chiama mummificazione il processo di guarigione del cordone e deve il suo nome alla disidratazione dei tessuti e al conseguente disseccamento della parte. E’ molto importante disinfettare e mantenere ben asciutta la parte, la quale in circa 7-10 giorni cadrà spontaneamente.

Curarlo correttamente vuol dire evitare eventuali infezioni. Come? Lo si deve mantenere sempre asciutto fino alla sua naturale caduta. Fino ad allora non è consigliabile effettuare un bagno completo al bambino – ovviamente lo si deve lavare anche prima, meglio con una doccetta, asciugandolo con cura.

Prima di medicare, lavarsi bene le mani e le unghie. Prendere una garza sterile monouso imbevuta leggermente con acqua ossigenata, alzare piano il moncone con una seconda garza sterile, ma senza fare trazione.

Disinfettare bene e avvolgere in nuove garze sterili, voltandolo verso l’alto perché non si contamini con la pipì.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 26-06-2014


Come chiedere permessi malattia figlio fino a 3 anni

Qual è il colore dei capelli di Jennifer Lopez