Come mangiare pesca secondo galateo

Galateo e cibo: ecco come mangiare una pesca secondo l’etichetta del bon ton

chiudi

Caricamento Player...

Il galateo comprende una serie di regole di comportamento che si applicano a molti campi del vivere comune: dalla preparazione della casa, alla modalità con cui si ricevono gli ospiti, alle regole del buon vicinato, alle norme su come comportarsi ad un primo appuntamento, sino alle regole su come mangiare in maniera composta ed elegante. Vediamo allora quali sono le regole del bon ton e del galateo per mangiare una pesca. Tra i frutti della stagione estiva, le pesche sono, senza dubbio, alcuni dei più succosi e gustosi. Tuttavia, le pesche sono anche un tipo di frutta difficile da mangiare, soprattutto se ci troviamo dinanzi ad altri commensali. Ecco allora le regole che il galateo indica per mangiare al meglio una pesca quando si è con altre persone. Come tutti i tipi di frutta, anche le pesche devono essere mangiate alla fine del pasto e vanno servite a tavola già lavate, adagiandole su un apposito piattino da frutta o, in alcuni casi come per le fragole, vanno servite in una coppa con del ghiaccio tritato per assicurarne la freschezza e per mantenerle più a lungo. Tutta la frutta va servita e mangiata con forchetta e coltello. La pesca, secondo l’etichetta del bon ton, va tenuta ferma al centro con la forchetta e va tagliata in spicchi con il coltello. Ogni spicchio verrà poi tagliato in pezzetti più piccoli e portato con calma e con compostezza alla bocca.