Non sai ancora come lavare i denti al cane? Scopri cosa serve comprare e come muoverti per riuscirci in modo semplice e pratico.

Se nella tua famiglia è arrivato da poco un amico peloso, probabilmente rientri tra coloro che si chiedono come lavare i denti al cane. La risposta è più semplice di quanto si pensi. Basta infatti scegliere i prodotti giusti e agire seguendo alcune regole per poter ottenere un buon risultato. E tutto senza troppa fatica.

Pulire i denti al cane: cosa serve per agire velocemente

L’igiene orale del proprio cane, così come il tagliargli le unghie, è molto importante.

Tuttavia, alle volte, riuscire a lavare i denti ad un amico a quattro zampe può rivelarsi un’azione complicata. Per fortuna, ci sono alcune regole che possono aiutarci, evitando di dover ricorrere ogni volta all’aiuto del veterinario.
La prima cosa da fare è procurarsi gli attrezzi giusti. Il primo è sicuramente uno spazzolino che dovrà essere studiato in base alla grandezza del cane e alla sua età. In ogni caso le setole dovranno essere morbide.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

lavaggio denti cane
lavaggio denti cane

Portare con se il proprio amico per gli acquisti e farsi aiutare da un addetto alla vendita specializzato è sicuramente un buon modo per iniziare.

Anche il dentifricio dovrà essere per cani perché più adatto ai loro problemi e sopratutto perché senza fluoro, sostanza che a loro fa malissimo. Ora che abbiamo fatto la spesa, andiamo al lavoro vero e proprio e scopriamo come lavare i denti al cane.

Pulizia dei denti del cane: come muoversi

La prima cosa da fare, specie se si tratta della prima volta, è quella di far familiarizzare l’amico a quattro zampe con il dentifricio. Fargliene assaggiare un po’ può essere un buon inizio, portandolo a non ritrarsi di continuo durante il lavaggio dei denti.

Dopo che il cane avrà annusato, leccato e familiarizzato con il dentifricio si potrà iniziare a passarglielo su denti e gengive. In questo caso si dovrà optare per movimenti leggeri (specie le prime volte) in modo da dar modo al cane di abituarsi.

Dopo il dentifricio si dovrà passare allo spazzolino. Anche in questo caso è consigliabile fare in modo che il cane possa studiarlo. Solo quando non si mostrerà restio o spaventato si potrà cercare di introdurlo nella sua bocca per massaggiargli i denti poco alla volta. I movimenti dovranno essere verticali e rotatori partendo dall’esterno e andando sempre più verso l’interno della bocca.

Qualora il cane non si dimostrasse pronto a collaborare è meglio non insistere. In alternativa si può tentare di eseguire quest’operazione insieme al veterinario o al toilettarore di fiducia. In questo modo si potranno acquisire eventuali tecniche più funzionali e volte a far raggiungere lo scopo senza troppi problemi.


Orzaiolo: i rimedi naturali più semplici e al contempo efficaci

Come pulire i funghi nel modo corretto?