Come funziona test genetico Brca

Sospettate di avere una predisposizione ereditaria al tumore della mammella e dell’ovaio? verificatelo con il test genetico BRCA, ecco come funziona.

Avete dei casi in famiglia di tumore alla mammella o alle ovaie, e temete che questa grave patologia possa compromettere anche la vostra salute? Niente paura, esistono dei test in grado di mostrare qual è la situazione del vostro organismo e, in caso di problemi, intervenire tempestivamente per evitare lo sviluppo della malattia.

I principali indizi per sospettare un rischio di tipo ereditario sono:

  • svariati casi di tumore di questa tipologia fra parenti stretti (genitrici, sorelle, figlie);
  • tumore della mammella bilaterale;
  • tumore della mammella in donne giovani (meno di 36 anni);

Il test genetico BRCA, suddiviso in BRCA1 e BRCA2 (BReast CAncer 1 e 2) è un test di laboratorio in grado di identificare alterazioni ereditarie negli omonimi geni, che regolano la corretta crescita e proliferazione delle cellule della mammella e dell’ovaio.

Le donne portatrici di mutazioni di questi geni sono ad alto rischio di sviluppare un tumore al seno (attorno all’70% in media) e all’ovaio (40-60% circa).

Nelle famiglie con almeno due-tre casi di tumore della mammella e/o dell’ovaio (in parenti di primo grado) è consigliabile effettuare il test genetico BRCA, anche se è comunque possibile che questi casi siano dovuti ad una aggregazione casuale delle cellule non necessariamente legati ad una predisposizione genetica.

Se vuoi altri aggiornamenti sul mondo femminile, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 13-04-2015

Donna Glamour Guide

X