Come foderare un cestino

Avete un anonimo cestino e volete abbellirlo? Non sapete da dove iniziare? Ecco per voi alcuni consigli per foderare un cestino e renderlo originale!

chiudi

Caricamento Player...

Molte volte capita di trovare in casa oggetti vecchi, oppure spogli che vengono lasciati da parte e non di usano perchè si pensa di non essere in grado di renderli più belli o di dover spendere molti soldi per rivolegersi a un professionista. Infatti succede spesso di trovare dei cestini inutilizzati, ma che se decorati e rifiniti, possono trasformarsi in molti oggetti utili, come lettini per cani e gatti, porta asciugamani, o contenitori di prodotti per il bagno o per la cucina, ecc. Pensate che decorare un cestino sia un’impresa impossibile? Sbagliate di grosso! Un primo modo, molto facile, per abbellirlo è foderarlo con una stoffa colorata: vediamo insieme come si fa.

Prima di iniziare occorre procurarsi un cestino (ovviamente), una stoffa colorata e dell’ovatta sintetica o gomma piuma sevolete ispessire la fodera. Come prima cosa bisogna prendere le misure del diametro della base del cestino, l’altezza e la circonferenza del bordo superiore.

Dopo aver segnato le misure sulla stoffa, ritagliatela, lasciando dei centimetri di margine: inoltre se volete rendere più spessa la fodera, tagliate due pezzi di stoffa per ogni parte del cestino, inserite in messo l’ovatta sintetica e poi cucite inseme le due parti di stoffa, o con ago e filo o se ce l’avete con la macchina da cucire. In seguito occore applicare la fodera creata al cestino: potete usare ago e filo e cucire la fodera al cestino, oppure usare la colla vinilica, indicata se il cestino è di vimini. L’importante è assicurarsi di non creare rigonfiamenti della stoffa durante la fase di applicazione della fodera.

Come tocco finale potete decorare delle parti, come gli angoli o il manico, con dei nastri colorati o merletti, adatti anche se si vuole decorare i bordi della fodera: in questi ritocchi date libero sfogo alla fantasia.