Come eliminare l’odore di pesce dalla cucina

Eliminare l’odore di pesce dalla cucina è facile con del comune bicarbonato di sodio e del rosmarino. Ecco come fare.

Il pesce è un ottimo alimento, suggerito in ogni dieta equilibrata e salutare. Tuttavia, il suo fastidioso odore impregna l’aria della cucina dopo la sua preparazione e cottura creando, talvolta, reazioni di rigetto alla sua preparazione e degustazione.

Tutto ciò può accadere se non si conoscono rimedi contro il suo cattivo odore, o meglio le soluzioni per eliminarlo facilmente dalla cucina.

Per eliminare l’odore di pesce dalla cucina servono del comunissimo bicarbonato di sodio e del rosmarino.

Eliminato ogni residuo di pesce dalla cucina si può procedere a lavare le stoviglie aggiungendo all’acqua calda e al detersivo per piatti, due cucchiaini di bicarbonato di sodio.

La stessa miscela di acqua e bicarbonato va benissimo anche per eliminare incrostazioni e tracce di unto. In questo caso basterà usare una spugna impregnata della miscela di acqua e bicarbonato per eliminare questi residui.

Il rosmarino, invece, è ottimo per la preparazione del decotto che sarà usato come deodorante per l’ambiente grazie alle sue proprietà antibatteriche ed antisettiche.

Con dell’acqua fredda (circa 500 ml) e qualche rametto di rosmarino si può realizzare a casa propria un buonissimo decotto: è sufficiente unire i due elementi in un tegame e lasciar bollire il tutto fino a quando il volume dell’acqua non sarà la metà di quello iniziale.

In questo modo il composto sprigionerà nell’aria il suo profumo eliminando l’odore di pesce!

Se vuoi altri aggiornamenti sul mondo femminile, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy

ultimo aggiornamento: 29-03-2015

Donna Glamour Guide

X