Come curare raffreddore con omeopatia

Il raffreddore è una di quelle malattie stagionali che colpiscono in questo periodo dell’anno grandi e piccini.

chiudi

Caricamento Player...

Sempre più persone si rivolgono, per curare questo ed altri problemi di salute, alla medicina omeopatica. Secondo i principi di questa medicina, la malattia e quindi in questo caso il raffreddore sono un modo con cui l’organismo cerca di ripristinare il suo equilibrio generale, che per qualche motivo si è perduto. Curare il raffreddore con l’omeopatia significa prendere in considerazione i sintomi presentati dal paziente e scegliere una cura alternativa ai farmaci tradizionali. Per rimediare occorrono delle sostanze particolari che rinforzino il sistema immunitario. In questo caso si possono assumere l’Oscillococcinum o il Ribes nigrum. Se il paziente starnutisce molto e presenta un’intensa lacrimazione, può essere utile l’Allium cepa. Nel caso in cui il paziente soffra di mal di testa, gocciolamento dal naso e malessere diffuso, può essere consigliabile assumere il Gelsemium. Per contrastare la sensazione di ostruzione alla radice del naso è ottimo il Kallum iodatum. Nel caso in cui invece ci sia fastidio all’orecchio, è più indicato il ricorso al Kallum muriaticum.