Come curare anoressia nervosa

L’anoressia è un diffuso disturbo alimentare che colpisce in particolar modo le giovani donne, e che consiste in un rifiuto del cibo e in un’ossessione nei confronti del proprio corpo, con la volontà ferrea di dimagrire anche se si è già magre. Si tratta di una patologia che ha origine psicologica, e che può avere esiti anche mortali.

chiudi

Caricamento Player...

Non è  facile dare una cura o una diagnosi dell’anoressia: si tratta di una malattia che non può essere curata con i farmaci, e che richiede una grande sensibilità nei confronti delle persone che si trovano a contatto con un’anoressica.

Per prima cosa bisogna saperne riconoscere i sintomi, perchè chi non mangia spesso lo fa di nascosto, e nasconde anche la sua eccessiva magrezza sotto abiti troppo larghi. In genere un’anoressica parla in modo ossessivo del cibo, ma quando mangia lo sposta nel piatto anzichè portarlo alla bocca. Fa attività fisica smodata, anche se sta male; conta le calorie e spesso si induce il vomito.

Un’anoressica spesso è anche depressa, non vuole uscire nè vedere persone, si vergogna a mangiare davanti agli altri. 

La cura parte quindi dalla testa: non basta spingerla a mangiare, perchè si otterrebbe l’effetto  contrario. Si deve seguire una psicoterapia, ma solo quando ci si rende conto di avere un problema.