Come conservare lo zenzero in radice e in polvere

È una spezia molto usata in cucina, sia nei piatti d’ispirazione orientale, che per infusi e decotti utili alla salute dell’organismo, ma come conservare lo zenzero per farlo durare più a lungo?

chiudi

Caricamento Player...

In commercio si trova sotto forma di tuberi o in polvere, lo usiamo per piatti e decotti sfiziosi, ma non sempre sappiamo come conservare lo zenzero. Ad esempio: lo sapevate che può essere anche riposto in freezer per lunghi periodi di tempo? Ecco tutti i trucchi per avere una spezia sempre fresca e pronta all’uso!

Ci sono metodi diversi per conservare la radice di zenzero, a seconda della quantità di tempo per cui lo si vuole mantenere fresco. Lo si può mettere in frigorifero, e lo si dovrà consumare nell’arco di tre settimane. Oppure, lo si può mettere nel congelatore, nel quale potrà essere custodito anche per qualche mese.

Come si conserva lo zenzero fresco

Metodo 1: per mantenere fresco lo zenzero nel frigo, non si deve fare altro che riporre la radice così com’è (senza sbucciarla) in un sacchetto di plastica chiuso ermeticamente, meglio se svuotato di tutta l’aria che contiene. Il sacchetto, poi, va messo semplicemente nel cassetto della frutta e della verdura per due o tre settimane. Se preferite, potete anche sbucciarlo ma non durerà così a lungo.

Metodo 2: in alternativa, si può usare della carta assorbente da cucina per avvolgere la radice di zenzero, che poi va inserita in un sacchetto di carta. Anche in questo caso, riponetela nel cassetto di frutta e verdura e consumatela entro una settimana. Questo metodo è perfetto se siete sempre di fretta e sapete che riutilizzerete a breve la radice.

Conservare lo zenzero
Fonte foto: https://pixabay.com/it/zenzero-pianta-asia-rizoma-cucina-1432262/

Metodo 3. Si può anche metterlo a congelare, ma prima lo zenzero va sbucciato e tritato finemente. Create delle porzioni monouso da mettere in sacchetti di plastica che poi vanno conservati in freezer (per un massimo di sei mesi), e prelevati ogni volta che ne avrete bisogno.

Metodo 4: in alternativa, potete mantenere la buccia e tagliarlo a pezzettini (fiammiferi o rondelle, a seconda delle vostre esigenze). Una volta congelato, mettetelo in un contenitore sottovuoto e conservatelo in freezer per circa 3 mesi.

Metodo 5: un metodo di conservazione spesso trascurato e un po’ insolito è quello sotto spirito. Vi basterà pelare lo zenzero e immergerlo in un barattolo pieno di un liquore coma vodka o sherry. Tuttavia, tenete presente che il sapore dello zenzero potrebbe risultare alterato: più a lungo rimarrà immerso, più il gusto cambierà.

Come pulire e pelare lo zenzero fresco

Infine, prima di conservarlo, sarebbe importante conoscere come si pulisce lo zenzero dello strato legnoso superficiale che di solito chiamiamo buccia.

Non fatevi trarre in inganno: pelarlo come se fosse una patata potrebbe sembrare la soluzione migliore, ma non lo è (è piuttosto pericoloso e vi farà sprecare molta polpa). Sarebbe meglio usare un cucchiaio e, con il dorso, esercitare una leggera pressione in modo da eliminare la buccia.

Come conservare lo zenzero in polvere

Abbiamo visto come conservare lo zenzero fresco, ma, se avete acquistato dello zenzero in polvere è tutto molto più semplice.

Vi basterà trasferirlo in barattolo per spezie da cucina e prelevarlo all’occorrenza. In questo caso non è necessario riporlo in frigorifero (nè in freezer). Conservatelo sulla mensola della vostra dispensa in un luogo buio e asciutto.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/zenzero-pianta-asia-rizoma-cucina-1432262/