Guida alla colorazione del riso per un matrimonio coloratissimo

Il riso è uno dei protagonisti indiscussi dei matrimoni.

Molti decidono di rimpiazzarlo con coriandoli e filamenti colorati, ma non c’è matrimonio che si rispetti in cui non viene lanciato il riso agli sposi!

Il colore prescelto è di solito il bianco – senza amido, per evitare che i chicchi macchino i vestiti dei novelli sposini – ma è possibile anche colorarlo. Volete sapere come? Scopriamolo!

Uno dei metodi per colorare il riso è quello di procurarsi della carta pesta del colore che più ci piace e di immergerla in una ciotola d’acqua. Quindi si passa a versare nella ciotola il riso, che deve essere lasciato a bagno nella mistura colorata per una notte intera. Il giorno dopo, basta scolare il riso colorato e metterlo ad asciugare sulla carta da forno et volià, il gioco è fatto!

Un altro metodo più veloce è quello di usare i coloranti alimentari: prendete una pentola, riempitela d’acqua e portatela ad ebollizione; dopo di che versate i coloranti scelti e il riso e cominciate a mescolare finché non avrete ottenuto la tonalità desiderata. Quindi scolate e lasciate asciugare.

Infine, l’ultimo metodo utile è quello di chiudere il riso in un sacchetto di plastica con acqua colorata e aceto e scuotere il tutto; l’aceto è infatti un fissante naturale che regalerà al vostro riso le tonalità dell’arcobaleno in poche e semplici mosse!

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 08-10-2015


Come vestirsi in vacanza a novembre ad Atene

Quanto bisogna dormire in base all’età