Capelli corti, sì o no? Come capire se staresti bene, prima di tagliarli

I capelli corti sono molto belli e di tendenza, ma non donano a tutte. Vediamo come capire se stai bene con i capelli corti, prima di tagliarli.

chiudi

Caricamento Player...

Ultimamente i capelli corti sono di gran moda e molte star hanno deciso di darci un taglio. È normale, quindi, sentirsi tentate dal fare lo stesso, ma prima è importante capire se è la scelta giusta.

I tagli corti, infatti, non stanno bene a tutte, tutto dipende dalla forma del viso e dalla tipologia di capelli. Volete capire se stareste bene con un taglio corto, prima di andare dal parrucchiere e non poter più tornare indietro? Ecco qualche consiglio per voi!

Capelli corti: la regola del 5,5

Capelli corti
FONTE FOTO: https://it.pinterest.com/pin/566116615650249593/

Il famoso parrucchiere delle star John Frieda ha ideato un metodo infallibile per capire se le sue clienti starebbero bene oppure no con i capelli corti: la regola dei 5,5 cm.

Metterla in pratica è facilissimo, basta misurare l’angolo della mandibola. Posizionate un righello sotto il lobo dell’orecchio, segnate con una matita l’altezza del mento e misurate: se la distanza tra orecchio e mento supera i 5,5 centimetri, meglio rinunciare ai capelli corti.

A chi stanno bene i capelli corti

I tagli corti stanno bene a chi ha un viso ovale e regolare. Questa regola vale soprattutto per i pixie cut, ovvero i tagli cortissimi come quello di Mia Farrow in “Rosemary’s Baby”. Difficili da portare i tagli rasati, per i quali bisogna avere anche la testa di forma regolare.

I tagli undercut, ovvero rasati sotto con ciuffo lungo, vanno bene a chi ha il viso ovale, tondo o a cuore. Chi ha la mascella squadrata, invece, dovrebbe optare per un caschetto lungo e mosso. In generale, infine, i tagli corti non sono adatti a chi ha i capelli molto ricci, ribelli o estremamente lisci, sottili e radi.