Come capire infezione da odore vaginale

Sospettate di aver contratto un’infezione vaginale, ma non sapete quale? Spesso si possono riconoscere dall’odore vaginale, vediamo insieme come.

chiudi

Caricamento Player...

Spesso le infezioni vaginali sono facilmente riconoscibili dai sintomi, dalla sensazione fastidiosa che provocano ma anche, e soprattutto, dall’odore sgradevole che emana dalla vagina.

Una delle più diffuse è senz’altro la Candida, che si manifesta con perdite biancastre e dense, dalla consistenza simile a ricotta, e l‘odore è simile a quello del pesce. 

Anche la Trichomonas vaginalis si manifesta con prurito quasi insopportabile, dolore e bruciore piuttosto forti, e un odore acre e sgradevole, associato a perdite verdastre e schiumose.

E infine la vaginosi batterica, particolarmente diffusa, che si manifesta con perdite maleodoranti, prurito e irritazione. L’odore amminico (di pesce) è decisamente forte quando si verifica un’alcalinizzazione delle perdite, in concomitanza con il ciclo e i rapporti sessuali, dai quali è meglio astenersi se si è affetti da questo disturbo.