Come avviare una pasticceria

State pensando di avviare una pasticceria? Ecco alcuni consigli per voi!

chiudi

Caricamento Player...

Se il vostro sogno è di aprire una pasticceria allora leggete questa guida e annotate i suoi utili consigli.

Per prima cosa è bene chiarire che nel caso in cui non si possieda la qualifica di pasticciere è possibile conseguirla frequentando un corso al REC (ovvero Registro Esercenti per il Commercio) presso una scuola alberghiera o preparandosi da autodidatti alla prova finale. Passione, esperienza e voglia di mettersi in gioco vi permetteranno di raggiungere risultati brillanti!

Ovviamente per l’apertura di questo esercizio commerciale ci sono regole e norme da rispettare. Per aprire una pasticceria, ad esempio, è necessario che l’ASL verifichi le condizioni igieniche del potenziale locale e rilasci in seguito i relativi permessi. Per individuare la forma giuridica migliore rispetto al vostro tipo di attività è bene richiedere la consulenza del commercialista. Inoltre ricercate i finanziamenti, i contributi a fondo perduto e le agevolazioni di cui è possibile usufruire. In base alle dimensioni del locale in cui avete intenzione di inaugurare la vostra pasticceria è necessario inviare al comune di residenza due diversi modelli (COM1 per ambienti non più grandi di 150 mq, COM2 per strutture più estese di 250 mq). Informatevi sugli impianti e le attrezzature di cui avrete bisogno per “pasticciare” al meglio. Se non avete una solida esperienza alle spalle lavorate per qualche tempo in un laboratorio di una pasticceria affermata che vi permetterà di apprendere i trucchi del mestiere. Puntate sulla qualità dei vostri prodotti e tenetevi costantemente aggiornati sulle novità del mercato.

Ricordate di chiedere in modo completo tutte le informazioni presso gli enti competenti.