Aprire le ostriche è da sempre considerata un’operazione tutt’altro che semplice. Ecco alcuni trucchetti per farlo anche a casa.

Uno dei frutti afrodisiaci per eccellenza, le ostriche da sempre sono considerate un vero e proprio cibo pregiato. Quando le ordiniamo al ristorante, inoltre, ci vengono servite già pronte per essere consumate e quindi non dobbiamo fare alcuna fatica nel doverle aprire. Ma se decidiamo di mangiarle a casa, invece, aprirle si può rivelare un’impresa tutt’altro che semplice. Ecco alcuni trucchetti per riuscirci.

Come si aprono le ostriche

Dalla forma rotonda ma irregolare, le ostriche sono dei molluschi tanto squisiti quanto anche costosi e ricercati. L’apertura delle ostriche, però, non sempre risulta essere un’operazione semplice, soprattutto se è la prima volta che si fa una cosa del genere. Ecco, quindi, alcuni passi per aprirle e mangiarle in sicurezza.

Prima di tutto bisogna lavarle, benissimo, sotto l’acqua corrente. Nel frattempo è opportuno pulire il guscio tramite l’ausilio di uno spazzolino.

Per procedere all’apertura delle ostriche è opportuno dotarsi di un coltello apposito. Nel caso in cui a casa non lo avete sarà opportuno adoperarne uno con la lama appuntita e non arrotondata.

Se è la prima volta che aprite un’ostrica, inoltre, sarà meglio usare un guanto da forno per evitare tagli o incidenti.

ostriche
ostriche

Ostriche, come aprirle senza farsi male

A questo punto bisognerà – con molta attenzione – inserire tutta la lama all’interno del guscio e con un movimento rotatorio cercare di aprirla.

Una volta aperte le ostriche possono essere consumate nel modo che preferite. Se volete mangiarle crude, però, vi consigliamo di togliere il mollusco dal guscio, lavare quest’ultimo sotto l’acqua corrente e poi riadagiare sopra l’ostrica.

Le ostriche, inoltre, possono essere consumate anche cotte. Uno dei modi per poter assaporarle al meglio – se non volete mangiarle crude – è adoperare una cottura al vapore. Ma è possibile mangiarle anche arrostite, grigliate e perfino fritte.


Gli usi alternativi del balsamo: un solo prodotto, tante possibilità

Shatush: in pochi passi ecco come realizzarlo in casa