Come abbinare la fusciacca

La versatilità della cintura a fascia

chiudi

Caricamento Player...

Che sia di lana, di seta o di pelle, questo accessorio vintage riesce a dare un tocco di femminilità a qualsiasi look, dal più casual al più elegante. Annodata con un fiocco sul davanti, o lasciata morbida in modo da cadere lungo i fianchi, può essere indossata sui più disparati capi d’abbigliamento. Ma viste tutte le opzioni a disposizione, come abbinare la fusciacca?

Un tocco di colore per il look di tutti giorni

Non c’è niente di meglio di una fascia a tinte accese per ravvivare la monotonia del denim: in pelle scamosciata per creare un contrasto di materiali, in tessuto per giocare con le code del nodo (come nell’immagine), o in jeans stesso, specialmente intorno a gonne mini o longuette. Quelle di stoffa, in particolare, permettono di variare lo spessore della cintura e la grandezza del fiocco. Le fusciacche a fantasia invece sono l’ideale per spiccare sulle gonne lunghe dai toni scuri, e rendere l’ensemble sbarazzino con disegni particolari ed eccentrici: fiori, pois, animalier, righe, forme geometriche, e chi più ne ha più ne metta!

Come abbinare la fusciacca a gonne e pantaloni eleganti

L’ampia varietà di modelli permette di optare sia per la morbidezza che per il netto contrasto, scegliendo tra foulard in seta o cotone e fusciacche dritte e ruvide. È bene che i foulard a fantasia richiamino i colori dei vestiti indossati, così da dare all’insieme un’aura di ricercatezza. Le cinture più strutturate, in tessuto opaco o lucido, vanno avvolte a più giri intorno alla vita e, soprattutto se nere, spezzano con successo i completi dai toni pastello: tailleur total white, abitini corti (magari a fiori), camicie abbinate a gonne lunghe. Se si preferiscono i colori chiari, invece, una sottile fusciacca avorio o panna è perfetta su una giacca avana o kaki.