Coltivare bacche di goji

Piccole attenzioni per un prezioso risultato

chiudi

Caricamento Player...

Coltivare bacche di goji permette di avere a disposizione un prodotto sempre fresco e privo dei diserbanti e dei concimi chimici utilizzati in gran parte delle coltivazioni asiatiche da cui arrivano le bacche di goji presenti sul nostro mercato. E’ possibile acquistare direttamente piante di goji oppure piantare semi di bacche fresche o secche e piantarli ai primi d’autunno.

Le condizioni ideali per coltivare bacche di goji

Il goji è un arbusto in grado di raggiungere anche i 3 metri d’altezza. Ha bisogno di terreni sabbiosi, alcalini e ben drenati, quali quelli argillosi. E’ ottimale un’esposizione al sole costante poiché, esattamente come per i pomodori (che appartengono alla stessa famiglia del goji) i frutti di questa pianta hanno bisogno di molto sole per raggiungere il caratteristico color rosso intenso delle bacche mature. Nonostante questo il goji sopporta bene anche le basse temperature, pertanto può essere piantato tranquillamente in giardino. Nel caso si vogliano coltivare più piante di goji è opportuno sistemarle in filari, come le viti.
Se si preferisce coltivare il goji in vaso è opportuno scegliere vasi molto ampi in cui le radici possano allargarsi senza fatica. In questo caso è bene assicurarsi che l’acqua d’irrigazione non ristagni nel sottovaso facendo marcire le radici più profonde.

Sia per le piante che crescono in giardino sia per quelle piantate in vaso, l’irrigazione deve essere quotidiana e la concimazione frequente, meglio se praticata con concimi organici e non chimici, che potrebbero danneggiare la pianta.

Fioritura e raccolta delle bacche

I fiori sbocciano tra la primavera e l’estate, a partire da maggio e necessitano di annaffiature frequenti ma non abbondanti. Per ottenere frutti di dimensioni maggiori si consiglia di potare la pianta verso la fine di maggio, prima della fioritura.
I frutti maturano verso la fine di luglio e questo è il miglior periodo di raccolta, per la quale è consigliabile munirsi di guanti da giardinaggio che proteggeranno dalle spine tipiche del goji.

Le bacche di goji possono essere consumate sia fresche sia secche mantenendo i proprio benefici e, in questo secondo caso, durano fino a un anno, ovvero fino al raccolto successivo.