Colpo di fulmine: spende 3.000 euro per una pozione magica

La timidezza è troppa, il colpo di fulmine è forte. Allora cerca una maga su Google.

chiudi

Caricamento Player...

Avvista una ragazza bellissima, mentre è in coda per prendere il pane. E’ un colpo di fulmine. Il ragazzo vorrebbe parlarle, farle la corte, ma la timidezza ha il sopravvento sul nuovo, dirompente sentimento. Tenterà il tutto per tutto al fine di rincontrarla, con la complicità di una città assai piccola come Arezzo. Ma come sconfiggere la timidezza? Con un timido ciao e poche parole, qualche giorno dopo, in un casuale incontro mattutino. Nulla di più. Il ragazzo non riesce a togliersi dalla testa quel viso, la sua espressione. E allora va su google. Non è dato sapere quale sia stata la chiave di ricerca. Quel che è certo è il risultato della ricerca: maghe, stregoni e pozioni amorose. Preso dal vortice del colpo di fulmine, il giovane ha ordinato una pozione sul sito di una maga romagnola.

Prezzo: 1.750 euro da versare sul conto della fattucchiera. In cambio, il filtro d’amore spedito dentro a un pacco. Istruzioni: spruzzare il liquido (blu) nell’aria durante l’incontro per ottenere l’innamoramento immediato. Il ragazzo non si separa mai dalla boccetta, in attesa dell’incontro sperato e quando questo avviene (non si sa come e non è nota la reazione di lei, nell’assistere alla vaporizzazione) nessun effetto viene sortito dalla bomboletta. Ogni volta che la incontrava, lui spruzzava. Ma nulla. E la boccetta finì con l’esaurirsi.

Risentito, il ragazzo comincia a protestare via email contro la maga, la quale si offre, in cambio di altri soldi, di spedirgli un filtro più potente. Il costo di tale pozione aggiuntiva è di 1.350 euro. L’aretino, vittima del colpo di fulmine, resta vittima anche della fattucchiera che, questa volta non gli spedisce nulla. Il ragazzo l’ha denunciata. Sì, denunciata: è andato alla Polizia Postale e ha raccontato la truffa. Non è dato sapere quale espressione abbia animato gli ufficiali che hanno raccolto la denuncia. Il dato certo è la somma di 3.000 euro versata da un ragazzo sul suo conto di una maga per vaporizzare l’ambiente con amore.