Clitoride, punto G e cervice: le vie dell’orgasmo femminile sono tre

Le vie per raggiungere l’orgasmo non sono solo clitoride e punto G, anche la cervice è molto importante. Vediamo come stimolarla.

chiudi

Caricamento Player...

Tutti sanno che per far avere un orgasmo ad una donna bisogna stimolare il suo clitoride e il punto G, ma quasi nessuno sa che anche la cervice è molto importante.

Secondo la filosofia taoista, infatti, le donne hanno tre accessi all’orgasmo: il clitoride, il punto G e la cervice. Il clitoride è sicuramente il più efficace, il punto G è difficile da trovare, mentre la cervice viene spesso ignorata. Approfondiamo questo punto!

Orgasmo: come raggiungerlo stimolando la cervice

orgasmo

Innanzitutto, bisogna sapere che la cervice è punto di giunzione tra l’utero e la vagina. Di solito le donne l’associano più a sensazioni dolorose che piacevoli, ma se correttamente stimolata può portare al raggiungimento dell’orgasmo. Per riuscirci, contano molto le dimensioni del pene, visto che è necessaria una penetrazione profonda.

Anche assumere la giusta posizione può aiutare. Ad esempio, è molto efficace quella con la donna in ginocchio e l’uomo dietro, ovvero la classica “pecorina”. Quando l’uomo con la penetrazione raggiunge la cervice, la donna tende a fare versi gutturali, sintomo di un piacere incontrollato. Si avverte una tensione addominale, come se l’orgasmo provenisse dall’ombelico.

Non tutte le donne, però, reagiscono allo stesso modo. Addirittura, pare che anche donne con lesioni alla spina dorsale, che non potrebbero più avere orgasmi, riescano a provare piacere con la stimolazione della cervice uterina.

La sensazione di estasi inoltre dura molto a lungo, per ore e a volte per giorni. Perché si abbia una sensazione piacevole, però, bisogna essere molto rilassate e la cervice delle essere stimolata correttamente. Alcune donne, infatti, anche se eccitate, trovano la stimolazione della cervice dolorosa e fastidiosa. Questa particolare tecnica, che pochi uomini conoscono, prende il nome di “bacio cervicale”.