Cinque pasti da mangiare dopo yoga

Ecco cosa mangiare dopo lo yoga.

chiudi

Caricamento Player...

Sempre più persone stanno scoprendo i benefici dello yoga e delle altre discipline sportive orientali. Lo yoga, al contrario di quanto  si può pensare, è un allenamento inteso e completo, capace di stimolare tutti i gruppi muscolari.
Come per ogni attività sportiva, è quindi importante alimentarsi nel modo più giusto ed equilibrato. Ecco allora cinque pasti da mangiare dopo yoga. I testi di riferimento per chi pratica yoga, suggeriscono di mangiare solo tre tipi di alimenti: cereali, verdure e legumi. Consigliate sono le uova, yogurt e frutta secca come le mandorle, mentre da evitare sono invece carni, insaccati, cibi conservati e in scatola, grassi animali, così come da evitare sono alcool e cibi ipercalorici. Un primo pasto possibile dopo lo yoga è a base di riso integrale e verdure. Altra possibilità sono le uova e le verdure o, terzo pasto possibile, cereali come quinoa o farro e verdure. Consigliato tra i pasti da mangiare dopo yoga anche quello con legumi e cereali, come riso e lenticchie o riso e ceci o fagioli e farro. Ottimo abbinamento anche quello tra frutta secca come mandorle o noci e yogurt o formaggi magri. Importante inoltre idratarsi adeguatamente con spremute di arancia o agrumi, centrifughe o estratti. Come dopo ogni attività sportiva, utile anche l’assunzione di tè verde particolarmente indicato per il suo elevato potere antiossidante. Dopo lo yoga è inoltre consigliabile fare uno spuntino leggero con della frutta, meglio se di stagione. Per il tono muscolare è utile mangiare le banane che sono ricche di potassio, mentre, nel caso di gonfiori o contusioni, si può mangiare dell’ananas che ha un elevato potere antinfiammatorio e drenante.